Logo Regione Autonoma della Sardegna
I BENI CULTURALI DELLA SARDEGNA
madonna dello schiavo

Madonna dello schiavo

Ogni anno il 15 novembre Carloforte festeggia solennemente la Madonna dello schiavo, il cui simulacro viene portato in processione per le vie della cittadina.

Nel 1798 Carloforte fu saccheggiata dai pirati barbareschi che rapirono e ridussero in condizione di schiavitù più di 800 abitanti. Questi rimasero per cinque anni prigionieri in terra d'Africa e furono liberati solamente nel 1803. A questi fatti è legato il miracoloso ritrovamento effettuato dallo schiavo Nicola Moretto, nella spiaggia di Nabel presso Tunisi, del simulacro noto come "Madonna dello schiavo". Gli schiavi liberati portarono la piccola statua nell'isola di San Pietro, dove diventò un simbolo di fede e conforto per l'intera comunità carlofortina e dove ancora oggi viene celebrata con grandi onori.

Il piccolo santuario dedicato alla Vergine, costruito fra il 1807 e il 1815, presenta una facciata in stile neoclassico ed un'unica navata, in fondo alla quale, sopra un piccolo altare, all'interno di una nicchia, è custodita la statua della Madonna, realizzata in legno di tiglio scuro.
Patrimonio culturale della Sardegna