Coste di Baunei e Dorgali

Paleolitico medio

Da un punto di vista generale, l'evento che segna l'ingresso nel Paleolitico medio è la comparsa del cosiddetto "uomo di Neanderthal", i cui resti scheletrici ,riferibili ad oltre 300 individui rinvenuti in Europa meridionale e centrale, ma anche nel Vicino e nel Medio Oriente, sono stati inquadrati cronologicamente all'incirca tra i 130.000 e i 35.000 anni dal presente.

Per quanto riguarda la Sardegna, allo stato attuale delle ricerche non si hanno tracce sicure della presenza umana nell'isola riferibili al Paleolitico medio.

Gli unici indizi noti provengono dai due ritrovamenti (nella grotta di Ziu Santòru e nella grotta di Cala Ilùne, sulla costa di Dorgali) di frustoli di carbone rinvenuti in associazione con ossa di cervo bruciate ma senza alcuno strumento litico né ossa umane. Si tratta, comunque, di indizi molto labili.

L'assenza di tracce archeologiche più consistenti e più sicure da attribuire al Paleolitico medio potrebbe essere spiegata come riflesso di una lacuna nelle nostre conoscenze e non come effettivo stato delle cose.