Monumenti Aperti

Monumenti Aperti 2009

Dopo i 134.000 visitatori del 2008, per il tredicesimo anno consecutivo ritorna Cagliari Monumenti Aperti. L’appuntamento è per sabato 2 e domenica 3 maggio quando 99 monumenti del capoluogo sardo saranno i protagonisti di una due giorni tutta dedicata alla riscoperta del patrimonio culturale cittadino.
L’inaugurazione avverrà sabato 2 maggio alle ore 10:30 alla Scala di Ferro, alla presenza del Sindaco Emilio Floris e dell’ Assessore alla Cultura Giorgio Pellegrini.

Cagliari Monumenti Aperti è un evento organizzato dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Cagliari e dall’Associazione Culturale Imago Mundi, in qualità di coordinatore della rete di Monumenti Aperti. È supervisionato da un Comitato tecnico ed animato da circa 2500 volontari, espressione di ben 140 tra gruppi, associazioni, enti e scuole, che accolgono i visitatori guidandoli alla scoperta di beni archeologici, storico-artistici e ambientali della città.

La Manifestazione, promossa dal Comune di Cagliari, dal 1997 favorisce la riscoperta e la valorizzazione del patrimonio storico-artistico del capoluogo sardo e costituisce un’occasione consolidata di fruizione culturale e turistica che anima e rende protagonista la città. Un appuntamento con l’arte e con il territorio che dal 2000 ha assunto dimensione regionale.
Con le date cagliaritane ha di fatto inizio il “tour” regionale della Manifestazione. Ad oggi sono 55 i comuni di sei province, dal nord al sud dell’Isola, dalle coste alle Barbagie più interne, che aderiscono alla Manifestazione per un “giro” di quasi 250.000 visitatori (dati dell’edizione 2008) attratti dalle bellezze artistiche, archeologiche, ma anche ambientali: Sassari, Nuoro, Alghero, Carbonia, Iglesias fra le mete più frequentate nel corso delle passate edizioni.

L’adesione del Presidente della Repubblica
Per il quarto anno consecutivo la Manifestazione ha ottenuto l’Adesione concessa dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Il riconoscimento era stato attribuito per la prima volta nel 2006 dal Presidente Carlo Azeglio Ciampi. Con una lettera inviata al Comitato scientifico regionale di Monumenti Aperti il Presidente Napolitano ha formulato fervidi auguri per il successo dell’iniziativa destinandole, quale suo premio di rappresentanza, una medaglia celebrativa della tredicesima edizione.

Le novità della Tredicesima Edizione
Sono 8 le novità di rilievo e di grande interesse per questa edizione 2009: Casa Barrago, sede della Soprintendenza Archivistica in via Marche, costruita tra il 1913 e il 1915 in stile liberty; il Convitto Nazionale in via Manno nell’edificio che dal 1618 ospitò il Seminario Calaritano poi divenuto Collegio dei nobili, e definitivamente intitolato a Vittorio Emanuele II (primo re del riunificato Stato Italiano); la Fattoria a Sa Illetta, che sorge sull’omonimo isolotto e il cui primo impianto risale al 1567; il Palazzo di Città, sede della municipalità cagliaritana dal Medioevo fino al 14 dicembre 1896, quando l’allora sindaco Ottone Bacaredda decretò il trasferimento del Comune dall’antica alla nuova sede, ancora da costruirsi sulla via Roma; la Passeggiata Coperta Galleria Umberto I del Bastione Saint Remy, inaugurata nel 1901 e ormai divenuta simbolo della città; la Scala di Ferro e le Fortificazioni, con un’area archeologica racchiusa entro i confini del cinquecentesco bastione di N.S. di Monserrato dove sono conservate, nel luogo del loro ritrovamento, le tombe di una famiglia vissuta a Cagliari tra la fine del I ed il III sec.d.C.; la Scuola Elementare di Santa Caterina, le cui prime notizie risalgono al 1641, dove sarà possibile visitare la stamperia e i locali sotterranei che mettono in luce i differenti usi che nel corso dei secoli ne sono stati fatti, sia legati al sistema delle fortificazioni, sale e cunicoli, sia vani identificabili come cisterne o fosse comuni. Infine al Teatro Massimo, già fruibile dai cagliaritani nel corso della attuale stagione teatrale, sarà possibile visitare le nove cisterne romane rivestite di coccio pesto e un pozzo di sfiato a imboccatura quadrata rinvenuti durante i lavori di restauro.

Riaprono in occasione di questa edizione monumenti che negli anni passati hanno riscontrato un grande interesse tra i visitatori: il Centro Comunale d’Arte e Cultura il Ghetto, la Manifattura Tabacchi, le Chiese di Sant’ Anna e Santa Rosalia, la Torre di San Pancrazio, la Facoltà di Architettura in via Corte d'Appello, l’Orto Botanico e il Pozzo di San Pancrazio.

Importante da segnalare quest’anno, tra i volontari, la presenza dei bambini di 6 scuole primarie cittadine. Oltre ai “veterani” della scuola Umberto e Margherita che “racconteranno” la Chiesa di Santa Lucia adottata sin dalla prima edizione, gli alunni della scuola I pini saranno “i padroni di casa” al Castello San Michele, i bambini dell’Infanzia Lieta accompagneranno i visitatori alla scoperta della Villa Muscas - Centro della cultura contadina, gli scolari di Santa Caterina mostreranno la loro scuola in Via Canelles, 1 nel quartiere di Castello e infine gli studenti dell’Istituto comprensivo di Su planu faranno conoscere ai visitatori la Villa di Tigellio.

Tutti i monumenti saranno visitabili sabato 2 dalle 16:00 alle 20:00 e domenica 3 maggio dalle 9:00 alle 20:00. Eventuali variazioni di orario sono segnalate nella guida.

Consulta il calendario delle iniziative speciali
Consulta l'approfondimento

Informazioni
Un servizio informativo sarà disponibile presso gli Uffici dell’Assessorato alla Cultura di Cagliari ai seguenti numeri: +39 070 6776470 e +39 070 6776471 e nei seguenti orari: sabato dalle 16:00 alle 20:00 e la domenica dalle 9:00 alle 20:00.

Info Point
In Piazza Indipendenza in un chiosco davanti alla Torre di San Pancrazio sarà possibile, grazie alla collaborazione dell’Università di Cagliari - Progetto ERASMUS, avere informazioni e materiali sulla Manifestazione anche in lingua straniera.

Numero verde
Prosegue anche per questa edizione 2009 la collaborazione con il Contact Center BES, Best Events Sardinia, (Numero Verde 800 881188), che fornisce informazioni in cinque lingue (italiano, inglese, tedesco, francese e spagnolo) attraverso più canali (telefono, mail, sms) su programmi, eventi, località, possibilità di alloggio e ristoro. È possibile telefonare dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 14:00. Per qualsiasi informazione si può anche scrivere all’indirizzo e-mail: eventi@regione.sardegna.it.

Il programma dettagliato di tutte le iniziative legate a Cagliari Monumenti Aperti è disponibile all’interno della guida. Il programma potrebbe subire variazioni. Informazioni aggiornate nel sito www.monumentiaperti.com. Informazioni anche su Facebook contattando i gruppi Monumenti Aperti e Cagliari Monumenti Aperti.

Visualizza tutti gli appuntamenti del giorno | Appuntamenti in vetrina
Consulta gli appuntamenti per mese