Dorgali, fuoco di Sant'Antonio Abate

Fuoco di Sant'Antonio

La notte del 16 gennaio Dorgali si illumina, così come anche altri centri dell'isola, grazie all'imponente falò acceso in onore di Sant'Antonio Abate.
È una notte magica, durante la quale ardono piante di rosmarino che emanano nell'aria il loro profumo, mentre davanti al fuoco si distribuiscono i pani benedetti, i piatti tradizionali a base di fave e i dolci di sapa e miele. Per l'evento, infatti, vengono realizzati dolci tipici come il "pistiddu", capolavoro dell'arte culinaria dorgalese, composto di due sfoglie di pasta sovrapposte che contengono una marmellata deliziosa derivata dal vincotto.

In cima alla catasta rovente, realizzata con fascine di rosmarino, si trova una croce in legno rivestita di arance, che devono essere eroicamente raccolte dai ragazzi del paese. Per l'occasione vengono aperte le cantine del rione di Sant'Antonio per offrire ai partecipanti il vino Cannonau. Il fuoco brucia tutta la notte: secondo la tradizione sarà il disegno del fumo emanato a presagire come andrà l'anno appena iniziato.

Contatti
Comune di Dorgali
tel. +39 0784 94945

Visualizza tutti gli appuntamenti del giorno | Appuntamenti in vetrina
Consulta gli appuntamenti per mese