Francesco Ciusa, La madre dell'ucciso

Gli anni delle biennali di Ciusa

Dopo il successo a Venezia (trentamila visitatori) le opere di Francesco Ciusa sbarcano nuovamente nella Penisola per una mostra dedicata agli anni delle Biennali. Sette opere dello scultore sardo (La madre dell'ucciso, Il pane, Dolorante anima sarda, La Filatrice, Il Cainita, L'anfora sarda e Il Nomade) saranno esposte dal 25 gennaio al 26 febbraio a Palazzo Medici Riccardi a Firenze.

A cento anni di distanza dal fortunato debutto alla Biennale di Venezia, dove il gesso La madre dell'ucciso, fu accolto con entusiasmo dal pubblico, le opere di Ciusa varcano il Tirreno per arrivare nella città della formazione, umana e artistica dello scultore. Proprio attraverso le sue sculture, facenti parte della collezione del Comune di Cagliari, vengono ripercorse le tappe salienti delle vicenda dell'artista in quelli che fu il periodo cruciale della sua ricerca.

L'esposizione, come già accaduto a Venezia, sarà arricchita da un catalogo della Illisso.

Le opere dello scultore sardo saranno poi ospitate per sei mesi, da giugno a dicembre, nel Museo della Corsica, a Corte, nella regione insulare francese. Le opere di Ciusa faranno parte di una mostra che riguarda le due maggiori isole del Mediterraneo centrale che verrà replicata nel 2009 anche in Sardegna, a Cagliari. Tra le opere in mostra anche "La Madre dell'ucciso". Intanto è stata presentata l'esposizione fiorentina che si apre il prossimo 25 gennaio a Palazzo Medici Riccardi.

Visualizza tutti gli appuntamenti del giorno | Appuntamenti in vetrina
Consulta gli appuntamenti per mese