Aldo Moro, una tragedia italiana

Il 20 novembre al Teatro Eliseo di Roma debutta in prima nazionale la nuova produzione del Teatro Stabile di Sardegna in collaborazione con O/Te Teatro Eliseo: Aldo Moro, una tragedia italiana di Corrado Augias e Vladimiro Polchi, con Paolo Bonacelli e Lorenzo Amato, per la regia di Giorgio Ferrara.
Lo spettacolo sarà in scena all'Eliseo fino al 25 novembre.

Il 28 novembre giungerà a Cagliari per la stagione di prosa 2007-2008 del Teatro Alfieri, dove rimarrà fino al 2 dicembre.

Aldo Moro, una tragedia italiana si presenta come un evento unico nella stagione teatrale 2007-2008 per le vicende narrate e per l'indubbia portata storica dell'evento che "ripercorre la cronaca del più tragico sequestro politico del nostro secondo dopoguerra: le lettere, i documenti, le immagini d'archivio, i commenti, i punti di vista, la ricostruzione dei fatti fino al drammatico epilogo", utilizzando le numerose lettere scritte da Moro dalla "Prigione del Popolo", dal celebre libro che Leonardo Sciascia ha dedicato a questo affaire e dal recente adattamento cinematografico di Marco Bellocchio, "Buongiorno notte".
Un progetto che nasce dalla collaborazione ormai collaudata di quattro grandi personalità, Augias, Polchi, Ferrara e Bonacelli, che hanno già realizzato insieme una trilogia di grande successo (Processo a Caio Giulio Cesare, Processo a Nerone, Processo a Tiberio) e che ora propongono questa "tragedia doppia, per la vita degli uomini assassinati e per quella lunga prigionia conclusa con la morte di uomo di valore".

Antonio Cabiddu, presidente del Teatro Stabile di Sardegna, nel parlare di Aldo Moro, una tragedia italiana, ne sottolinea il valore non solo teatrale ma civile: "Ho creduto nel progetto fin dall'inizio. Il teatro-documento è una tipologia di teatro che abbiamo frequentato fin dagli anni '70 e dunque ben si inserisce nel percorso affrontato in tutti questi anni di lavoro. A questo si unisce la stima negli autori, nel regista e negli attori. In questa occasione Bonacelli è affiancato da un giovane attore, Lorenzo Amato, un bambino all’epoca dei fatti narrati. Portare a teatro la vicenda Moro, una vicenda non solo politica ma anche e soprattutto umana, assolve al compito di mantenere vivo il ricordo dell'accaduto ed è un atto di coscienza civile."

Mercoledì 28 novembre - domenica 2 novembre - Teatro Alfieri, Cagliari - Paolo Bonacelli in "Aldo Moro, una tragedia italiana"

Contatti
CeDAC
Via Mameli 153
09123 Cagliari
tel. 070 275899
fax 070 270932
sito internet: www.cedacsardegna.it
e-mail: cedac@cedacsardegna.191.it


Visualizza tutti gli appuntamenti del giorno | Appuntamenti in vetrina
Consulta gli appuntamenti per mese