Parco ubano Cannas di sotto, veduta - Foto S. A. Manca, su conc. MiC © Tutti i diritti riservati

Carbonia, Parco urbano Cannas di Sotto


Informazioni
Indirizzo: ingresso da via Fertilia, s.n.c. - 09013 Carbonia - località Cannas di Sotto
Tel. +39 0781 1867304
Cell. +39 345 8886058
Ente titolare: Comune di Carbonia
Ente gestore: Consorzio Sistema Culturale Sardegna
Orari: Gli orari di apertura sono suscettibili di variazioni. Si consiglia di consultare il sito web: www.carboniamusei.it - Visite guidate solo su prenotazione
Biglietto:
Intero (tariffa unica) - euro 2,00
Biglietti Cumulativi SiMuC (tutti i siti del Sistema):
Cumulativo (biglietto unico per tutti i siti +Museo del Carbone - euro 15,00
Cumulativo intero - euro 10,00 - fascia di età 13-65 anni
Cumulativo ridotto - euro 9,00 - minori dai 6 ai 12 anni, scolaresche, adulti oltre 65 anni, gruppi di oltre 25, titolari Carta Giovani
Gratuito: sotto i 6 anni, disabili, accompagnatori, Soprintendenza, membri ICOM
I biglietti cumulativi hanno una validità di 60 giorni. Nel prezzo sono incluse le visite guidate.
E-mail: museicarbonia@gmail.com
Sito web: www.carboniamusei.it - www.comune.carbonia.su.it/...con-necropoli-ipogeica-di-cannas-di-sotto
Facebook: www.facebook.com/carboniamusei
Twitter: twitter.com/carboniamusei

Il contesto ambientale
Il parco archeologico è situato su un’altura calcarea all’interno del centro urbano di Carbonia, tra corso Iglesias e via Alghero e, più precisamente racchiusa tra via M. Sironi, via G. Pomodoro e via G. Galilei, sulla riva sinistra del Riu Cannas.

Descrizione
Interno al tessuto cittadino, compreso fra il Corso Iglesias e la Via Alghero (ingresso consigliato da Via Fertilia)), e collegato al Museo Archeologico Villa Sulcis attraverso un passaggio coperto (da Corso Iglesias), il Parco è sorto intorno all’estesa necropoli a domus de janas, realizzata - su una collina di travertino - a partire almeno dal Neolitico Finale (dal 3700 a.C. ca. in poi). Sulla sommità della collina si trova uno spazio destinato alle esposizioni temporanee e ad altre manifestazioni culturali, grazie al restauro dell’antico insediamento di Medau Sa Grutta, sovrapposto alla necropoli preistorica. All'interno del Medau si può visitare (su prenotazione) l'interno di una capanna del Neolitico con tutti i suoi accessori, allestita secondo i ritrovamenti effettuati nel territorio.
La necropoli è particolarmente interessante per la sua estensione, per la sua ubicazione e per la varietà tipologica delle sue tombe. Fra le 26 grotticelle finora individuate, infatti, si trovano di frequente architetture interessanti, frutto di ampliamenti e rimaneggiamenti di varie epoche.
È possibile distinguere infatti due grandi gruppi, uno caratterizzato da ingressi a pozzetto verticale (generalmente più antico), l’altro da ingressi orizzontali a corridoio (più recente), con una porta aperta sulla parete rocciosa; tuttavia, in molti ipogei si possono osservare entrambi gli accessi, dato che nel periodo Eneolitico (fra il IV ed il III millennio a.C.) molte tombe sono state ampliate e dotate di un ingresso a porta. Il Parco, inoltre, è un vero spaccato della continuità di vita che arriva ai nostri giorni, con il riutilizzo delle tombe - come magazzini, fornaci e ricovero per animali – e lo stesso insediamento del Medau, caratteristico del territorio sulcitano.
Il percorso consigliato parte dall’ingresso di Corso Iglesias e segue il declivio della collina, con le Tombe 25 e 3, la monumentale Tomba 4, dotata di un ampio spazio semicircolare aperto e di una grande camera interna. Si prosegue con gli ipogei venuti in luce ai piedi del Medau e quelli aperti sulla sommità della collina, fra cui la Tomba 12; o scavo di quest’ultima, completato di recente, ha restituito i reperti esposti presso il Museo Archeologico Villa Sulcis, dove è stata allestita anche la ricostruzione della grotticella in scala 1:1.

Servizi
Visite guidate.
Per le visite guidate è richiesta la prenotazione; sono comprese nel prezzo del biglietto a tariffa unica.

Consulta le pagine
Parco archeologico di Monte Sirai
Abitato di Monte Sirai
Fortificazioni fenicie di nuraghe Sirai
Museo Archeologico "Villa Sulcis"
Museo dei Paleo Ambienti Sulcitani E. A. Martel
Museo del Carbone

Storia degli scavi
La necropoli di Cannas di Sotto è stata interessata sin dagli Anni Ottanta del secolo scorso da interventi di indagine archeologica, da ricerche scientifiche e da azioni di riqualificazione, fino alla sua inclusione fra i siti del Sistema Museale di Carbonia (SiMuC) nel 2014. A partire dal 2012, l’area è stata oggetto di ulteriori a approfondite indagini di scavo stratigrafico, concentrate in particolare sulla cosiddetta “Tomba 12”.

Bibliografia
G. Salis, Statuette antropomorfe e religiosità prenuragica. Spunti di riflessione alla luce dei rinvenimenti a Cannas di Sotto – Carbonia, in M. G. Melis (a cura di), Quaderni del LaPArS4 - Omaggio a Enrico Atzeni. Miscellanea di Paletnologia, Sassari 2020, pp. 237-252.
www.academia.edu/45070566/Statuette_Antropomorfe_e_Religiosità Prenuragica_Spunti di riflessione alla luce dei rinvenimenti a Cannas di Sotto Carbonia
G. Salis, F. Farci, M. Sarigu, V. Pusceddu, Necropoli di Cannas di Sotto, Carbonia. Lo scavo della Tomba 12. Notizia preliminare, in “Quaderni-Rivista di archeologia” n. 26/2015 a cura della Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Cagliari e le Province di Oristano e Sud-Sardegna, pp. 1-13
www.quaderniarcheocaor.beniculturali.it
M.R. Manunza, G. Canino, Nuovi dati sulla necropoli preistorica di Cannas di Sotto-Carbonia, in “La Preistoria e la Protostoria della Sardegna”, Atti della XLIV Riunione scientifica dell’Istituto Italiano di Preistoria e Protostoria, Volume IV-Poster, Firenze 2012, pp. 1253-1258.
www.academia.edu/Nuovi dati sulla necropoli preistorica di Cannas di Sotto Carbonia
V. Santoni, L. Usai, Domus de janas in località Cannas di Sotto (Carbonia), in V. Santoni (a cura di), Carbonia e il Sulcis. Archeologia e territorio, Oristano 1995, pp. 51 -82

Galleria fotografica


Come arrivare
Il parco urbano si trova all’interno del tessuto cittadino di Carbonia, in prossimità dell’ingresso di via Fertilia, località Cannas di Sotto.

Vedi su mappa