Storia dell'evento

I riti della Settimana Santa, risalenti molto probabilmente alla fine del XVI secolo, si collocano nel periodo della riforma cattolica.

La Confraternita di Nostra Signora della Misericordia (Confraria dels Germans Blancs), affonda le proprie origini nel movimento penitenziale dei Disciplinati Bianchi. Unita all'Arciconfraternita del Gonfalone, in principio aveva il compito di raccogliere le elemosine per la redenzione dei cristiani ridotti in schiavitù dai corsari barbareschi. Intorno alla metà del Seicento la Confraternita decise di costruire l'oratorio della Misericordia, all'interno del quale verrà custodito il simulacro seicentesco del Crocifisso.

Ancora oggi la Settima Santa di Alghero è un evento molto sentito dalla popolazione, oltre che un momento di forte richiamo turistico in quanto attira fedeli e turisti da ogni parte della Sardegna e dalle comunità catalane della Spagna.