Gallese

Il gallese (cymraeg) fa parte del gruppo bretone delle lingue celtiche insieme al cornish (estinto) e al bretone. È parlato nella zona occidentale della Gran Bretagna conosciuta come Galles (Cymru).

Il 20,5% della popolazione totale gallese (3 milioni di persone) conosce la lingua di identità storica della regione, anche se l'inglese è largamente diffuso. Pochi gallesi sono monolingue, tuttavia molti di essi dichiarano di avere una maggiore padronanza del gallese piuttosto che dell'inglese.

Del resto, la scelta di una o dell'altra lingua può variare in base all'argomento di conversazione (fenomeno questo conosciuto come "code-switching"). Il numero di parlanti nel resto della Gran Bretagna non è noto: se ne trovano comunque molti nelle maggiori città inglesi e lungo i confini fra Galles e Inghilterra.

Nonostante la concorrenza della lingua inglese si faccia sentire, il sostegno a favore della conservazione del gallese è stato notevole durante il XX secolo in concomitanza con lo sviluppo di organizzazioni politiche nazionaliste come il partito politico Plaid Cymru e la Società della lingua gallese (Cymdeithas yr Iaith Gymraeg).

Il gallese quale prima lingua è diffuso soprattutto nelle aree meno urbanizzate del nord e dell'ovest del Galles, tra le quali Gwynedd, Denbighshire, Merioneth, Anglesey (Ynys Môn), Carmarthenshire, Nord Pembrokeshire, Ceredigion, e parte del Glamorgan occidentale. Curiosità geografica: il gallese è parlato nella valle del Chubut, una colonia gallese nella Patagonia argentina.