Concerti a "Musica sulle Bocche"

"Musica sulle Bocche": festival a "Impatto zero"

E’ un’VIII edizione all’insegna dell’ambiente e della musica di qualità quella che il festival “Musica sulle Bocche” propone quest’anno a Santa Teresa Gallura (Olbia). L’anteprima della kermesse è attesa oggi: la Sardegna sarà al centro della giornata con l’esibizione del coro femminile “Su Veranu” di Fonni - il paese più “alto” dell’isola, situato tra le vette del Gennargentu - e la proiezione al Cinema Arena (ore 21) del film “Sonetaula”, alla presenza del regista nuorese Salvatore Mereu.
Il festival, che ha attirato nelle precedenti edizioni oltre 20 mila persone, inizia ufficialmente domani, 21 agosto e continua fino a lunedì 25, quando all’alba sulla spiaggia Rena Bianca si esibirà il jazzista cubano Omar Sosa, noto per il suo personalissimo mix di jazz, musica cubana e world music con forti radici africane.

L’amore per la Sardegna emergerà in ogni momento del festival, dalla scelta delle location per gli spettacoli (spiaggia Rena Bianca, strade del centro cittadino, scalette di via Angioy, Traghetti tra Santa Teresa e Bonifacio, Capo Testa, Chiesa di Santa Lucia, Chiostro del Porto, Piazza Vittorio Emanuele) alla decisione di aderire al progetto “Impatto Zero”, che si propone di compensare le emissioni di CO2 con la riforestazione di intere aree del pianeta. “Musica sulle Bocche” avrà anche una mascotte, Chica, una cagnolina abbandonata.

Il programma è ricco di suggestioni e sorprese, con l’energia musicale di Bandakadabra, marching band torinese già presente nella scorsa edizione, come “colonna sonora” di fondo. Ogni giorno le “incursioni bandistiche” accompagneranno il pubblico la mattina sulle spiagge e il pomeriggio per le strade di Santa Teresa. Già dal primo giorno si potrà apprezzare alla Chiesa di Santa Lucia (ore 19) un astro nascente del panismo europeo, il giovane gallese Gwilym Simcock. Ma al festival anche un quartetto jazzistico tra i più longevi, gli Enten Eller, festeggerà nella piazza centrale di Santa Teresa (Vittorio Emanuele) vent’anni di attività.

Ogni sera, prima del concerto finale, un ospite d’eccezione, lo scrittore Carlo Lucarelli, racconterà al pubblico le proprie suggestioni narrative sull’onda della giornata musicale appena trascorsa. I testi di “Racconti sulle Bocche” saranno quindi tutti inediti. Nei quattro giorni di festival saranno molti gli ospiti internazionali come la Kombo guidata dal batterista sloveno Zlatko Kaucic, il chitarrista argentino Quique Sinesi considerato uno dei più importanti interpreti di tango e folclore o il trombettista tedesco Markus Stockhausen. Ma anche musicisti italiani di grande rilievo come Paolo Pandolfo, attualmente uno dei più apprezzati interpreti della viola da gamba, il sassofonista napoletano Marco Zurzolo, il pianista Patrizio Fariselli e il sassofonista e compositore Daniele Sepe.

Venerdì 22 il Chiostro del porto ospiterà in serata “El Libro de Arena”, una produzione originale del festival con l’incontro tra la grande violoncellista tedesca Anja Lechner e un trio tutto italiano composto da Enzo Favata (direttore artistico del festival) ai sassofoni, Marcello Peghin alla chitarra e U. T. Gandhi alla batteria. Grande novità di questa edizione sarà il concerto al tramonto nello splendido scenario di Capo Testa (domenica 24 alle 19.30): in scena il progetto “Tre Gosse de Luna” di Oscar Del Barba, pianista e fisarmonicista, compositore da sempre molto legato alle tradizioni della terra natale bresciana. Per informazioni sul programma, gli orari o sull’ospitalità è possibile contattare il numero verde 800 88 11 88.

Consulta la sezione “Musica sulle Bocche”.

elenco completo