Santu Lussurgiu, Museo della tecnologia contadina, da Sardegna Foto Aeree

Santu Lussurgiu, Museo della tecnologia contadina

Tipologia: Etnografia e antropologia

Informazioni
Indirizzo: via Deodato Meloni, 1 - 09075 Santu Lussurgiu
Tel. +39 0783 550617
Cell. +39 340 7706673 - +39 349 6868600
Ente titolare: Unione Nazionale per la Lotta Contro l'Analfabetismo - U.N.L.A.
Ente gestore: Associazione Centro di Cultura U.N.L.A.
Orari:
Luglio-Agosto
ME-DO 10:00-13:00 e 16:00-20:00
Biglietto:
Intero - euro 5,00 - dai 16 ai 65 anni
Ridotto - euro 3,00 - minori dai 7 ai 15 anni, adulti oltre 65 anni, accompagnatori di gruppi e classi scolastiche eccedenti il numero di 2 accompagnatori, per cui è previsto l'ingresso gratuito
E-mail: centrosantulussurgiu@gmail.com - museotecnologiacontadina@gmail.com
Sito web: www.museotecnologiacontadina.it
Facebook: www.facebook.com/Museo-Della-Tecnologia-Contadina

Il museo
Il Museo della Tecnologia Contadina è nato nel 1976 ad opera del Centro di Cultura UNLA all’interno di un intervento organico nel settore dei Beni Culturali e Ambientali di Santu Lussurgiu.
Maestro Francesco Salis, che ne è stato l’ideatore, sin dalla sua nascita è stata la voce narrante del museo curandone l’esposizione e la valorizzazione con studi e ricerche nel settore demoetnoantropologico.
Situato in una caratteristica casa padronale del XVIII sec., il museo raccoglie oltre 2.000 strumenti da lavoro ed oggetti del passato di uso quotidiano, riguardanti il territorio e la cultura tradizionale lussurgese. Il museo è articolato in diverse sale espositive: sala A - pannelli didattici, orologio del campanile e sgranatrice del mais; sala B - arnesi per il lavoro della terra, la conservazione dei cereali, recipienti e arredi pastorali, arnesi del carbonaio; sala C - strumenti per la filatura, tessitura e cucito; sala D - strumenti per la cucina; sala E - strumenti degli artigiani; sala G - grandi macchine agricole; sala H - mulini ad acqua, macine asinarie, alambicchi; sala I con strumenti per viticoltura; sala L - strumenti da caseificio e frantoio e, infine, sala M - reperti archeologici.

Perché è importante visitarlo
Informazione non disponibile.

Servizi
Visite guidate, sala conferenze, bookshop, biblioteca.

elenco completo