Su sardu est una limba neolatina. Su latinu s'est isparghinadu in s'ìsula a su tempus de sa conchista romana e l'at agabada pro remplasare sa limba nadia nuràgica, divenende un'elementu de importu in ue s'arraighinat s'identidade sarda. Mancari chi siat minetzada dae su chi moet sa globalizatzione, sa limba sarda rapresentat una sienda sìnchera, de connòschere mègius pro la pòdere amparare comente istrumentu linguìsticu e patrimòniu culturale de lassare a sos sardos de su tempus benidore.

Storia dell'evento

Riguardo all'origine della maschera molte teorie riportano ai riti dionisiaci, con la rappresentazione della passione e la morte del dio, e più in generale ai riti agrari arcaici di fecondazione della terra con il sangue.
La maschera del Battileddu, abbandonata nella prima metà del Novecento, forse a causa della miseria e dei lutti provocati alla guerra, cadde nell'oblio. È stata riproposta nel 2001, in un clima teso alla valorizzazione delle antiche maschere sarde e di spiccato interesse scientifico e antropologico verso la maschera di Lula.

Contatti

Comune di Gavoi
piazza Santa Croce
tel. 0784 53120
sito internet: www.comune.gavoi.nu.it

Associazione Turistica Pro Loco
via Roma 190, Gavoi
tel. 0784 53400 - 340 8495083

Associazione Culturale Tumbarinos
via Roma 68, Gavoi
tel. 0784 53221 - 348 5113473
sito internet: www.tumbarinos.it

Mastru de Casteddusardu, Retàulu de Tuili (particolare), 1500

Literadura religiosa

Sos istudiosos ant torradu a sestare a nou su ruolu de sa literadura religiosa in su medioevu sardu. Sa paghesa totale de fontes as dadu matana documentende, a manera iscientìfica, una produtzione chi depiat èssere prus bundante. Comente cumbinaiat in sos iscritos, finas sas òperas de gènere sagradu, fiant pertocadas dae su plurilinguismu, piessignu de sa cultura sarda.