Gosos e rosari

Con il termine "gòsos" e le sue varianti ("gòccius, còggius, gòzos, gròbbes, gòsi, làudi" ecc.) si indicano in Sardegna dei canti di tipo devozionale dedicati ai Santi o alla Madonna. Tali denominazioni derivano dal catalano "goigs" e dal castigliano "gosos", i quali a loro volta debbono la propria origine al latino gaudium, "gioia".

Contatti

Comune di Cagliari - Assessorato alla Cultura
viale San Vincenzo Cagliari
tel. 070 6776470

Regione Autonoma della Sardegna - Assessorato al Turismo, Artigianato e Commercio
viale Trieste, 105
tel. 070 6067005

Regione Autonoma della Sardegna - Assessorato alla Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport
viale Trieste, 186
tel. 070 6067004

Associazione culturale Imago Mundi
Segreteria organizzativa Monumenti Aperti
tel. 070 6402115
e-mail: info@monumentiaperti.com
sito web: www.monumentiaperti.com

Fordongianus, terme di Forum Traiani

La romanizzazione

Il passaggio della Sardegna dalla sfera di controllo cartaginese a quella romana fu una conseguenza della prima guerra punica (264-241 a.C.). Nell'impossibilità di soddisfare le richieste economiche dei mercenari di stanza in Sardegna, Cartagine fu costretta nel 238 a.C. a cedere ai Romani il controllo dell'isola.