Una nuova visione della letteratura sarda

Fino a qualche anno fa era possibile sostenere che una letteratura "in limba" non fosse mai esistita. Oggi la moderna ricerca scientifica ha aggiornato i suoi strumenti di indagine e possiamo affermare che una letteratura si sia sviluppata in Sardegna così come in tutte le altre regioni d'Europa.

Pula, tzitade de Nora

Sa romanizatzione

Su passàgiu de sa Sardigna dae s'isfera de controllu cartaginesa a cussa romana fiat istada una cunsighèntzia de sa prima gherra pùnica (264-241 a.C.). Non podende satisfàghere a sas rechestas econòmicas de sos mertzenàrios de istantza in Sardigna, Cartàgine fiat istada custrinta in su 238 a.C. a tzèdere su controllu de s'ìsula a sos Romanos.

La "terapia dello spavento"

I guaritori che attualmente praticano ancora questo rito terapeutico, secondo quanto emerso dalla ricerca, sono 47, di cui 45 femmine e 2 maschi. Quasi tutti questi guaritori sono concentrati nelle province di Cagliari e Nuoro (rispettivamente 25 e 17). Le persone che fanno ricorso a questa terapia nell'arco di un anno sono circa 3650.

Su Pisanu medievale

S'Islam at istesiadu s'ìsula dae Bisàntziu e, cando non bi fiat ghia pòlìtica, amministrativa e militare, tando sunt nàschidos is bator giudicados o rennos indipendentes de Càralis, Arborea, Gaddura e Turres. Moende dae su printzìpiu de s'annu Milli est cumentzada sa penetratzione cummertziale e polìtica de Gènova e de Pisa in Sardigna, a sa cale si depet s'introdutzione de tèrmines linguìsticos mescamente pisanos medievales.