Logo Regione Autonoma della Sardegna
I BENI CULTURALI DELLA SARDEGNA
sardegnacultura  ›  lingua sarda  ›  normativa

Normativa

Filippo Figari, Sardegna industre Filippo Figari, Sardegna industre
La legislazione regionaleLa Regione Autonoma della Sardegna ha approvato una legge cornice sulla cultura in Sardegna all'interno della quale è prevista anche la tutela della lingua sarda. Si tratta della legge 15 ottobre 1997, n. 26: "Promozione e valorizzazione della cultura e della lingua della Sardegna"
Strumenti giuridici per la promozione della lingua sarda Oggi per la tutela della lingua sarda si fa ricorso a una sorta di "combinato-disposto" tra la legge statale 482/99, che si occupa soprattutto di Pubblica Amministrazione, e la legge regionale 26, che si occupa in massima parte di progetti culturali.
Progetti di istruzione scolastica Si possono realizzare progetti sperimentali di istruzione scolastica in lingua sarda (o in altre lingue o dialetti o idiomi della Sardegna) sia attingendo alle possibilità della legge regionale 26/97 sia alla legge statale 482/99.
Progetti sui mass media L'articolo 14 della legge regionale 26/97 finanzia progetti di comunicazione sui mass media in lingua sarda. In particolare la Regione contribuisce finanziariamente alla produzione e alla diffusione di programmi radiofonici e televisivi.
Progetti nella Pubblica Amministrazione A partire dall'anno 2002 si è registrato nell'isola un fiorire del fenomeno dell'apertura dei cosiddetti Sportelli Linguistici che in sardo sono stati ribattezzati "Ufìtziu de sa Limba Sarda".
Progetti culturali La legge regionale 26/97 si occupa soprattutto degli aspetti culturali della diffusione della cultura e della lingua sarda. In questo senso i è provveduto a intervenire in modo particolare a favore di enti locali, università, associazioni e anche singoli studiosi.
Patrimonio culturale della Sardegna