Sardegna Cultura
Logo Regione Autonoma della Sardegna

Santa Maria de is Acquas

A Sardara, il penultimo lunedì del mese di settembre, durante quella che è chiamata "Sa festa manna", viene onorata "Santa Maria de is Acquas", patrona della diocesi di Ales-Terralba.

I festeggiamenti si svolgono nel Santuario campestre, realizzato nel XVIII secolo, negli stessi luoghi in cui, nei secoli I-II a.C., durante l'epoca della dominazione romana, sorgevano le terme presso le cosiddette "aquae calidae neapolitanae".

La parte religiosa della festa inizia il sabato con la processione dei fedeli che, partendo dalla parrocchiale del paese, accompagna il simulacro della Vergine verso il Santuario. Il corteo viene arricchito dalla presenza di numerosi gruppi folkloristici, dei cavalieri e della banda musicale. La domenica nel Santuario vengono celebrate numerose messe, mentre il lunedì pomeriggio, presso l'Anfiteatro delle Terme il Vescovo della Diocesi di Ales-Terralba celebra solennemente la Santa Messa. Infine, il martedì sera si svolge la processione del rientro del simulacro della Madonna dalla chiesa di Santa Maria de is Aquas a Sardara, con il consueto corteo formato da cavalieri, gruppi folk e banda musicale. I festeggiamenti religiosi si concludono in paese con l'omelia finale del Vescovo.

I festeggiamenti civili iniziano, invece, dal giovedì precedente con numerose manifestazioni sportive e culturali, quali mostre, commedie dialettali, concerti.
Anche in maggio, mese dedicato alla Madonna, viene celebrata la festa di "Santa Maria de is Acquas", che in questa occasione è chiamata "festa dei pastori".
© 2018  Regione Autonoma della Sardegna