Sardegna Cultura
Logo Regione Autonoma della Sardegna

I commerci

Come attestano con forte evidenza le fonti archeologiche, il commercio rappresentava certamente la principale fonte di sostentamento per le città fenicie.
Non appare dunque immotivata la fama raggiunta nell'antichità dai Fenici per le proprie intense attività commerciali, che li spinsero non solo ad attraversare lungamente l'intero bacino del Mediterraneo, ma anche ad andare oltre lo stretto di Gibilterra, sulle coste atlantiche dell'Africa.
Connessa evidentemente con le pratiche commerciali era la loro altrettanto nota abilità nella navigazione e nella fabbricazione delle navi commerciali e da guerra.

Indispensabile per un'efficace conduzione della loro attività commerciale si rivelò la creazione di una ampia rete di empori commerciali nelle varie regioni toccate dai traffici. La realizzazione degli empori precedette la fase propriamente coloniale e ne rappresentò, per certi versi, il presupposto.
Tra le regioni interessate sia da questo primo fenomeno insediativo sia dalla successiva fase di colonizzazione vi fu certamente anche la Sardegna.
Le risorse presenti nell'isola che attirarono l'interesse dei Fenici erano di vario tipo, ma certamente tra questa particolare rilievo dovettero assumere i metalli (piombo, rame, ferro, argento).
© 2018  Regione Autonoma della Sardegna