Logo Regione Autonoma della Sardegna
I BENI CULTURALI DELLA SARDEGNA
sardegnacultura  ›  argomenti  ›  feste  ›  religiose

Feste religiose

Abbasanta, processione di Sant'AgostinoSant'Agostino
In Sardegna viene festeggiato in numerosi paesi, fra cui Cagliari, Abbasanta, Alà dei Sardi, Belvì, Alghero, Elini, Nurachi, Pauli Arbarei, Sindia. Teologo, filosofo, mistico, Dottore della Chiesa, Agostino rappresenta ancora oggi uno degli autori più letti e ricercati
Sant'Anastasia
Il 12 novembre viene festeggiata a Sardara presso il Santuario a Lei dedicato. Il sito dove sorge l'edificio religioso vede la presenza di importantissimi monumenti di età nuragica.
Sant'Antioco, statua del santoSant'Antioco
A Sant'Antioco, il quindicesimo giorno dopo Pasqua, si celebra la festa in onore dell'omonimo protettore dell'isola. Decine di gruppi folcloristici, provenienti da tutta la Sardegna, sfilano in processione seguendo il simulacro del Santo, decorato con i cosiddetti "coccòis de su Santu", dei pani finemente decorati con motivi floreali.
Alghero, Retablo di Sant'Antonio da PadovaSant'Antonio da Padova
Sant'Antonio da Padova viene festeggiato il 13 giugno in gran parte dell'isola, con messe solenni, processioni e manifestazioni tradizionali. Nato in Portogallo, a Lisbona, intorno al 1195, Fernando (questo il suo vero nome) faceva parte della nobile famiglia dei Buglioni.
Traccas e abiti tradizionali sfilano in via RomaSant'Efisio
Il 1 maggio si celebra a Cagliari la sagra dedicata a Sant'Efisio, che rappresenta uno dei più importanti eventi religiosi e folkloristici della Sardegna. La manifestazione si ripete da tre secoli e mezzo per onorare il voto fatto nel 1656 per ringraziare il Santo di aver liberato la città da una violenta epidemia di peste.
Laconi, piazza Sant'IgnazioSant'Ignazio da Laconi
A Cagliari, presso la chiesa dedicata a Sant'Antonio da Padova, ma oggi nota come "chiesa di Sant'Ignazio", il fraticello di Laconi viene celebrato l'11 maggio con messe solenni che richiamano migliaia di fedeli. All'interno della chiesa sorge il santuario dove è conservata l'urna che contiene le reliquie del Santo.
Sedilo, festa di Sant'IsidoroSant'Isidoro
Sant'Isidoro è venerato in numerosi paesi della Sardegna e le celebrazioni in suo onore rappresentano una delle principali feste della primavera. Un tempo le processioni in onore del Santo vedevano la partecipazione di bovi aggiogati e inghirlandati con fiori di campo.
Sinnai, simulacro di Santa BarbaraSanta Barbara
Il culto per Santa Barbara in Sardegna è antichissimo e risulta diffuso in tutta l'isola con numerose parrocchie, chiese e cappelle a Lei dedicate. È patrona di Furtei, Genoni, Nureci, Senorbì e Sinnai, dove la si festeggia il 4 dicembre. La devozione verso la Santa fu assai diffuso sin dall'antichità.
Paulilatino, i muristenes di Santa CristinaSanta Cristina
La seconda domenica di maggio, a Paulilatino, presso il sito archeologico di Santa Cristina, si svolgono il novenario e la festa religiosa in onore di Santa Cristina. La chiesa a Lei dedicata sorge nel sito archeologico di Santa Cristina, dove le tracce della civiltà nuragica sono particolarmente importanti.
La basilica di Santa GiustaSanta Giusta
Il culto per Santa Giusta è attestato in vari centri della Sardegna: ovviamente a Santa Giusta, a Calangianus, a Gesico, a Loiri, a Uta e in altri paesi si svolgono feste in onore della santa e ad essa risultano complessivamente dedicate undici chiese.
31-40 di 53
Patrimonio culturale della Sardegna