Logo Regione Autonoma della Sardegna
I BENI CULTURALI DELLA SARDEGNA
sardegnacultura  ›  argomenti  ›  feste  ›  tradizionali

Feste tradizionali

Alghero, spettacoli pirotecnici di CapodannoCap d'Any a l'Alguer
Ad Alghero nel mese di dicembre vengono organizzati i festeggiamenti per il Cap d'Any, uno dei Capodanni più famosi ed effervescenti dell'isola. La manifestazione prevede ogni anno un programma suggestivo di spettacoli tematici che animano le viuzze e le piazze del centro storico catalano.
Martedì grasso a MamoiadaCarnevale
Tradizionalmente in Sardegna a partire dal 17 gennaio, giorno della festa di Sant'Antonio Abate, si aprono i festeggiamenti del Carnevale, una delle feste più sentite e vissute dell'isola, con manifestazioni che si protraggono fino al mercoledì delle Ceneri, raggiungendo il culmine nei giorni di giovedì e di martedì grasso.
Antonio Ballero, la Cavalcata Sarde (post 1921)Cavalcata Sarda
La penultima domenica di maggio la città di Sassari è teatro di una delle più importanti rassegne folkloristiche della Sardegna. La manifestazione è una preziosa occasione per ammirare i magnifici colori degli abiti e dei gioielli tradizionali dei paesi di quasi tutta l'isola.
Santa Giusta, regata de is fassonisLa regata de Is Fassonis
Ogni anno, la prima domenica di agosto, si svolge nello stagno di Santa Giusta una singolare gara di velocità: la regata di Is Fassonis, imbarcazioni tradizionali che alcuni studiosi ritengono possano avere addirittura un'origine fenicia o comunque risalente ai tempi in cui i Fenici erano giunti sulle coste sarde.
Matrimonio Mauritano
Si celebra a Santadi nel mese di agosto, secondo le modalità tipiche della tradizione. Si chiama "mauritano" in riferimento alle genti africane che si sarebbero mescolate con la popolazione della Sardegna meridionale fin dal I millennio d. C..
Matrimonio selargino
L'antico rito matrimoniale di Selargius, che si celebra nel mese di settembre, fa vivere le emozioni di un evento corale e gioioso. Non solo per gli sposi, ma anche per l'intera comunità chiamata a parteciparvi.
Giuseppe Sciuti, Ingresso trionfale di Giommaria Angioy a Sassari, 1879Sa Die de Sa Sardigna
Il 14 settembre 1993 il Consiglio Regionale della Sardegna ha istituito "Sa die de sa Sardigna", che rappresenta la festa del popolo sardo. Le manifestazioni legate a questo evento si svolgono in tutta l'isola il 28 aprile di ogni anno per ricordare i "Vespri sardi".
Patrimonio culturale della Sardegna