Logo Regione Autonoma della Sardegna
I BENI CULTURALI DELLA SARDEGNA
sardegnacultura  ›  periodi storici  ›  fenicio-punico  ›  monumenti

Schede Monumenti

Città fenicio-puniche
Tra l'VIII e il VII secolo a.C. i Fenici fondano in Sardegna le città di Sulky, Nora, Bithia, Karaly e Tharros. Queste città, fornite di porti dalla strategica importanza commerciale, crescono rapidamente sino al VI secolo a.C., quando l'isola viene conquistata dai Cartaginesi ed i centri di fondazione fenicia vengono inseriti pienamente nella nuova cultura punica.
Insediamenti fenicio-punici
Sono particolarmente numerosi e importanti in Sardegna gli insediamenti di età fenicio-punica, fra i quali si segnalano quelli di Monte Sirai (Carbonia), Pani Loriga (Santadi), Monte Luna (Senorbì), Portoscuso, Genoni.
Templi fenicio-punici
La diffusione dei culti di origine fenicio-punica è attestata in Sardegna dalla presenza di numerose testimonianze dell'edilizia sacra, come i templi di Antas a Fluminimaggiore, di Genna Cantoni nel territorio di Iglesias, di Terreseu a Narcao.
Patrimonio culturale della Sardegna