Logo Regione Autonoma della Sardegna
I BENI CULTURALI DELLA SARDEGNA
sardegnacultura  ›  argomenti  ›  arte  ›  contemporanea  ›  dagli anni cinquanta a oggi: gli artisti...

Dagli anni Cinquanta a oggi: gli artisti contemporanei

Zaza Calzia, Collage e tempera
Zaza Calzia, Collage e tempera
La sezione "Artisti contemporanei" nasce dalla volontà della Regione Autonoma della Sardegna di offrire nel portale SardegnaCultura uno spazio nuovo alla conoscenza e alla promozione delle identità culturali e artistiche della Sardegna contemporanea.

Concepito come un archivio in progress, si implementerà via via con l'immissione di schede dedicate a pittori, scultori, fotografi, cineasti, video e computer artisti, grafici, illustratori, operatori nei diversi campi della tradizione e della sperimentazione artistica.

Visualizza i profili degli artisti contemporanei

Al fine di delineare un percorso quanto più rappresentativo della varietà di produzioni e delle molteplici tendenze in atto, i protagonisti del panorama artistico sardo vengono coinvolti in prima persona nella creazione delle schede loro dedicate, rendendo in tal modo possibile una visione d'insieme organica della situazione attuale.

Ciascun artista viene invitato a redigere il proprio profilo biografico e ad illustrare i campi di ricerca e le mostre più importanti, nonché a fornire una galleria fotografica di opere, scelte tra le più rappresentative della propria attività.

Dai profili dei numerosi artisti che hanno aderito all'iniziativa sarà infatti possibile conoscere dall'interno le vicende artistiche isolane dalla fine degli anni Cinquanta del secolo scorso fino a oggi: dalle prime esperienze dello "Studio 58" al "Gruppo di iniziativa", dal "Gruppo transazionale" al "Centro di Cultura Democratica" e al "Centro Arti Visive", fino ai nuovi fermenti degli anni Novanta e gli inizi del terzo millennio, in una vitale dinamica di convivenza e conflittualità tra modelli realistici e poetiche astratte.

Nelle schede finora immesse non mancano profili biografici o singole opere "irriverenti", che per la loro portata di trasgressione - e innovazione - rientrano in una più ampia dialettica degli opposti (senso e nonsenso, provocazione e ortodossia, scandalo e canone), dalla quale gli artisti hanno sempre attinto per dar modo alle proprie idee e alla propria azione di calarsi liberamente nella realtà delle cose.
Patrimonio culturale della Sardegna