Logo Regione Autonoma della Sardegna
I BENI CULTURALI DELLA SARDEGNA
sardegnacultura  ›  argomenti  ›  cartografia  ›  xix secolo  ›  carta dell'isola e regno di sardegna, 1845

Carta dell'Isola e Regno di Sardegna, 1845

Carta dell'Isola e Regno di Sardegna, 1845
Carta dell'Isola e Regno di Sardegna, 1845


Tecnica
Carta a stampa in bianco e nero, incisione in rame.

Autore
Alberto Ferrero della Marmora Carlo de Candia

Titolo, edizione, anno
Carta / dell'/ Isola e Regno / di / Sardegna / dedicata / alla Maestà del Re / Carlo Alberto Primo / dal suo umilissimo e devotissimo suddito / il Maggior Generale / C. te Alberto ferrero della Marmora / Comandante la Regia Scuola di Marina di Genova, Membro della R. Accademia delle Scienze di Torino; / già / colonnello - ajutante - generale / Corpo di Stato Maggiore Generale /Assistito dal suo Collaboratore / il / Cav. re D. Carlo de Candia / Maggiore nel R. Corpo suddetto. Incisa da Desbuissons, strada des Bernardins, 24. / Scritta da Arnoul Impiegato al deposito della Guerra, /addetto alla Carta di Francia - Ibid. Parigi e Torino / 1845.

Descrizione
Nord in alto; dimensioni complessive h x b disegno mm 1343 x 856; Scala metrica al 250.000; Miglia Italiane ossiano Geografiche di 1851m, 85; Miglia di Piemonte di 2466m,07; Miglia Antiche Romane di 1481m.
La grande carta in scala 1: 250.000 del La Marmora, realizzata in collaborazione col Maggiore Carlo de Candia, è qui nella versione da viaggio. Essa si costituisce infatti di 4 fogli in formato tascabile, ciascuno a sua volta diviso in 10 rettangolini cartacei montati su tela. Nella carta non manca il ricordo dei "lavori trigonometrici, e geodetici di questa carta, incominciati nel 1824, e proseguiti quasi senza interruzione sino al 1838", per i quali l'autore rimanda alla notice inserita nel 1 vol. 2.da Ediz. (1839) del Voyage en Sardaigne. Nell'angolo in alto a sinistra c'è l'indice delle posizioni geografiche dei principali punti della triangolazione eseguita. Più in basso, sullo stesso lato, all'interno di un riquadro è la Carta dimostrativa della riunione dei triangoli della Sardegna con quelli del Continente passando per quelli di Corsica. Nella carta sono inserite anche varie tavole di riduzione per i diversi sistemi di misure adottati, oltre a numerose didascalie con le notizie più disparate. L'orografia è resa col tratteggio a lumeggiamento obliquo accompagnata dall'indicazione delle altitudini dei vari rilievi. L'idrografia assai dettagliata rappresenta i fiumi con una linea sottile che ne traccia l'effettivo percorso. I centri abitati, segnati con un cerchietto, sono assai numerosi. È segnalata anche la presenza di chiese campestri, fortezze, castelli antichi, nuraghi e torri litoranee.




Patrimonio culturale della Sardegna