Regnorum Siciliae et Sardiniae nova tabula, 1705

Regnorum Siciliae et Sardiniae nova tabula, 1705

Questa carta della Sicilia e della Sardegna, inserita nell'Atlas novus terrarum, ritorna identica anche alla tavola 40 dell'edizione del 1716 del Grosser Atlas, pubblicato per la prima volta intorno al 1707. Essa compare inoltre in opere di altri cartografi, come nell'Atlas Minor di Nicolas Visscher del 1717.



Tecnica
Carta a stampa a colori, incisione in rame.

Autore
Iohannes Baptistae Homann, geographo

Titolo, edizione, anno
Regnorum / Siciliae / et / Sardiniae / nec non / Melitae seu Maltae insula / cum adjectis / Italiae et Africae litoribus / nova tabula / auctore Ioh. Bapt. Homanno Geogra. / Norimbergie / cum privilegio Sac. / Coes. Majestatis, in Atlas novus terrarum orbis imperia regna et status exactis tabulis geographice demostrans, Norimberga, 1705 ca.

Descrizione
Nord in alto; dimensioni h x b foglio mm 542 x 612, incisione mm 494 x 598, disegno mm 487 x 577; Scalae: Milliaria Germanica; Milliaria Gallica; Milliaria Italica.
Questa carta della Sicilia e della Sardegna, inserita nell'Atlas novus terrarum, ritorna identica anche alla tavola 40 dell'edizione del 1716 del Grosser Atlas, pubblicato per la prima volta intorno al 1707.
Essa compare inoltre in opere di altri cartografi, come nell'Atlas Minor di Nicolas Visscher del 1717. Nella seconda metà del secolo essa venne ristampata dagli eredi Homann nell'Atlas Compendiarium.
In queste carte i disegni delle due isole maggiori non sono stati aggiornati, e seguono entrambe il vecchio prototipo maginiano. L'immagine della Sardegna però presenta dei piccoli miglioramenti rispetto a questo modello, in particolare nell'orientazione del golfo di Cagliari, ora correttamente rivolto a Sud, e nella collocazione a Sud-Ovest delle isole di San Pietro e Sant'Antioco, prima situate completamente a Sud, innovazioni introdotte per la prima volta dal Blaeu nel 1662.