Nouvelle carte de l'Italie, 1729

Nouvelle carte de l'Italie, 1729



Tecnica
Carta a stampa a colori, incisione in rame.

Autore
Giacomo Cantelli da Vignola Géographe du Serenissime Duc de Modene

Titolo, edizione, anno
Nouvelle carte / de / l'Italie / ou sont exactement / marquez / les postes et les chemins, / par / Jaques Cantelli / da Vignola / Géographe / du Serenissime / Duc de Modene./ A Leide. / Chez Pierre Vander Aa. / Avec Privilege, in Pieter Vander Aa, La Galerie agréable du monde, Leida, 1729.

Descrizione
Nord in alto; dimensioni h x b foglio mm 549 x 787, incisione mm 503 x 668, disegno mm 499 x 657; Milliaria Germanica Communia 15 in Uno Gradu; Milliaria magna Italica sive Anglica 60 in Uno Gradu.
Giacomo Cantelli (1643-1695) fu geografo ufficiale del duca di Modena dal 1685 fino alla morte. Le sue carte, poco originali, sono talvolta desunte da altri autori, in particolare dal Sanson e dal Baudrand che egli aveva conosciuto a Parigi. Quasi tutte le sue carte furono inserite nel secondo tomo del Mercurio Geografico, pubblicato a Roma dai De Rossi nel 1692. Questa carta faceva parte invece dell'atlante di Pieter Vander Aa (1659-1733) che, in 66 volumi raccoglieva circa 3.000 immagini di nazioni, paesi e città del mondo, realizzate dai più abili incisori olandesi del secolo, tra cui Jan Goeree, incisore anche di questa carta.
Il titolo si trova in un cartiglio al centro della carta. In un altro cartiglio, sulla sinistra è il titolo in lingua latina: Italia / Cum Stationibus suis et viis publices / Delineata / à Jacobo Cantelli / da Vignola / Serenissimi Modenae Ducis / Geographo. / Lugduni Batavorum. / Excudit Petrus Vander Aa. / Cum Privileg. Ord.Holl. et West-Frisiae.
In alto a destra è un cartiglio esplicativo dei simboli utilizzati per i centri abitati. La semiologia della carta è quella tradizionale.