Carta geografica dell'isola di Sardegna, 1762

Carta geografica dell'isola di Sardegna, 1762



Tecnica
Carta a stampa in bianco e nero, incisione in rame.

Autore
Guillaume Sanson d'Abbeville

Titolo, edizione, anno
Carta /geografica / dell'isola di / Sarde/gna, in Thomas Salmon, Lo Stato presente di tutti i paesi e popoli del mondo naturale, politico e morale, con nuove osservazioni, e correzioni degli antichi e moderni viaggiatori, Venezia, 1762.

Descrizione
Est in alto; dimensioni h x b foglio mm 381 x 487, incisione mm 357 x 458, disegno mm 332 x 435.
La carta era stata inserita nell'opera di Thomas Salmon edita a Venezia presso Giambattista Albrizzi nel 1762. Si tratta di una traduzione ampliata del Modern History of the present state of all Nations (..) che era stata pubblicata a Londra nel 1745. All'edizione veneziana fece seguito una ristampa realizzata a Napoli nel 1763 presso la Stamperia Mazzola-Vocola.
La tavola è identica a quella che compare nel foglio 114 dell'Atlante Nuovissimo di Guglielmo de L'Isle, edito sempre presso l'Albrizzi a Venezia nel 1750 (cfr. scheda 112).
La Sardegna, di chiara matrice maginiana, è forse opera di Guillaume Sanson, figlio del più noto Nicolas. Essa presenta un interno prevalentemente montuoso, rappresentato con monti di talpa ombreggiati, attraversato da numerosi fiumi segnati con un tratto forte. Le coste sono leggermente tratteggiate sul lato esterno. I centri abitati presentano diversi simboli a seconda della loro importanza. Una serie di puntini delimita i due capi del Logudoro e di Cagliari.