Italia antiqua cum Sicilia, Sardinia et Corsica, 1785

Italia antiqua cum Sicilia, Sardinia et Corsica, 1785

La carta dell'Italia antica era inserita, come la precedente carta della Sardegna, nell'Atlante Nuovissimo pubblicato in tre tomi dall'editore veneziano Antonio Zatta (1757-1797) tra il 1782 e il 1785. Le scritte della carta sono state realizzate da G. Pitteri.



Tecnica
Carta a stampa a colori, incisione in rame.

Autore
Antonio Zatta

Titolo, edizione, anno
Italia antiqua / cum Insulis / Sicilia, Sardinia, / et Corsica / in suas majores partes et populos divisa / Venetiis 1785 / apud Antonuim Zatta, et filios / Cum Privil. Exel. Sen., in Atlante Nuovissimo illustrato ed accresciuto sulle osservazioni e scoperte fatte dai più celebri e più recenti geografi, Venezia, 1785.

Descrizione
Nord in alto; dimensioni h x b foglio mm 506 x 379 R, incisione mm 425 x 326, disegno mm 408 x 310.
La carta dell'Italia antica era inserita, come la precedente carta della Sardegna, nell'Atlante Nuovissimo pubblicato in tre tomi dall'editore veneziano Antonio Zatta (1757-1797) tra il 1782 e il 1785. Le scritte della carta sono state realizzate da G. Pitteri. Essa è graduata ai margini e non presenta scala grafica. Il titolo è inserito in un cartiglio decorato con motivi vegetali, lance e spade. In un drappo facente parte sempre del cartiglio è la sigla SPQR.
La carta presenta un'orografia ancora tradizionale rappresentata per mezzo di mucchi di talpa. I fiumi sono disegnati con un tratto ondulato. Il profilo costiero e i laghi sono lievemente tratteggiati. Puntini colorati delimitano le diverse regioni storiche della penisola, mentre una serie di trattini segnano i confini col resto d'Europa. Sono anche indicati i nomi delle antiche popolazioni.