L'Isola di Corsica e parte dell'Isola di Sardegna, 1792

L'Isola di Corsica e parte dell'Isola di Sardegna, 1792

La carta era contenuta nel Nuovo atlante geografico delineato sulle ultime osservazioni pubblicato a Roma in tre volumi presso la Calcografia della Camera Apostolica. Autore è Giovanni Maria Cassini, che firma tutte le carte come incisore. Il primo volume dell'opera uscì nel 1792, il secondo nel 1797, il terzo nel 1801.



Tecnica
Carta a stampa in bianco e nero, incisione in rame.

Autore
Giovanni Maria Cassini

Titolo, edizione, anno
L'Isola di / Corsica / Divisa / nelle sue Provincie, o / Giurisdizioni / e parte dell'Isola di / Sardegna / Roma / Presso la Calcografia Cam.le 1792, tavola 47 in Nuovo atlante geografico delineato sulle ultime osservazioni, tomo I, Roma, 1792.

Descrizione
Nord in alto; dimensioni h x b foglio mm 596 x 445, incisione mm 486 x 358, disegno mm 468 x 340; Miglia comuni d'Italia di 60 per grado; Miglia Romane di 74 1/2 per grado; Leghe di Francia di 25 per grado.
La carta era contenuta nel Nuovo atlante geografico delineato sulle ultime osservazioni pubblicato a Roma in tre volumi presso la Calcografia della Camera Apostolica. Autore è Giovanni Maria Cassini, che firma tutte le carte come incisore, il quale però nonostante l'omonimia, non risulta essere discendente della famiglia dei cartografi Cassini operanti in Francia in questo stesso periodo. Il primo volume dell'opera uscì nel 1792, il secondo nel 1797, il terzo nel 1801. Le tavole del primo volume sono precedute da un'ampia introduzione sullo studio della geografia, dove viene illustrato il metodo seguito per la realizzazione dell'atlante. Giovanni Maria Cassini fu anche un noto cartografo, al quale si deve l'invenzione di una nuova proiezione, detta appunto di Cassini, utilizzata anche nell'atlante geografico del regno di Napoli in 32 fogli realizzato da Giovanni Antonio Rizzi Zannoni. A lui si deve inoltre una carta generale dell'Italia in 15 fogli pubblicata nel 1793.