Karte von den Staaten des Konigs von Sardinien, 1793

Karte von den Staaten des Konigs von Sardinien, 1793

La carta rappresenta gli Stati del Re di Sardegna e, come in tutte le carte con questo soggetto, mostra in primo piano gli Stati di Terraferma di sua Maestà e la Sardegna inserita in un riquadro più piccolo. Essa è stata pubblicata a Berlino dal Sotzmann nel 1793 ed è stata incisa da G. Glas Bach jr.



Tecnica
Carta a stampa a colori, incisione in rame.

Autore
D. F. Sotzmann

Titolo, edizione, anno
Karte / von den Staaten des Konigs von Sardinien / enthaltend / Savoyen und Piemont / Montferrat ein Theil vom Her=/zogthum Mailand und die Insel / Sardinien. / nach der 8.ten Auflage der Erdbeschreibung des Herrn Ob. / Consistorialraths Busching bearbeitet / von D. F Sotzmann. / Berlin 1793. / in Verlag der K.P. Akadem. Kunst U: Buchhandlung, Berlino, 1793.

Descrizione
Nord in alto; dimensioni h x b foglio mm 413 R x 508 R, incisione mm 392 x 462, disegno mm 363 x 429; Maasstab von 10 Meilen, 15 auf einen Grad des Aequators; Maasstab von 40 Italianische Meilen 60 auf einen Grad.
La carta rappresenta gli Stati del Re di Sardegna e, come in tutte le carte con questo soggetto, mostra in primo piano gli Stati di Terraferma di sua Maestà e la Sardegna inserita in un riquadro più piccolo. Essa è stata pubblicata a Berlino dal Sotzmann nel 1793 ed è stata incisa da G. Glas Bach jr. La carta non è graduata ai margini e presenta due scale grafiche. La semiologia è ancora quella tradizionale. L'orografia è presentata con tratteggio a spina di pesce. I fiumi, assai numerosi, sono tracciati con un tratto semplice o con un tratto forte. Le coste sono leggermente tratteggiate sul lato esterno. Una serie di alberelli simboleggia la vegetazione. Le sub-regioni sono delimitate da trattini diversamente colorati. La Sardegna si trova in un riquadro in basso a sinistra, la cui cornice è graduata. La forma dell'isola è riconducibile a quella della carta anonima pubblicata un anno prima a Torino "Presso i libraj Oregas e figli, Ferrero e Pomba, Beltramo Antonio Re", incisa da Tela e Amati. Essa mostra una maggiore precisione nella delineazione delle coste occidentali, mentre quelle orientali risultano assai scorrette. Sono segnate anche numerose isolette costiere, mentre i toponimi presenti sono spesso errati.