Italia antiqua, 1624

Italia antiqua, 1624



Tecnica
Carta a stampa in bianco e nero, incisione in rame.

Autore
Filippo Cluverio

Titolo, edizione, anno
Italia antiqua / Philippo Cluvero / designatore, in Italia Antiqua?, Leida, 1624.

Descrizione
Nord in alto; dimensioni h x b foglio mm 311 x 373, incisione mm 289 x 361, disegno mm 282 x 344.
La carta si trovava probabilmente inserita nell'Italia Antiqua, pubblicata postuma a Leida nel 1624 in due volumi, opera che conobbe anche diverse ristampe, nel 1659, 1674 e nel 1724. Il disegno dell'Italia ricalca infatti, per quanto riguarda il profilo generale, la " Summae Italiae descriptio" inserita proprio in quest'opera.
Il titolo della carta si trova in alto a destra all'interno di un cartiglio su cui poggia un'aquila, decorato con motivi vegetali. La semiologia adottata è quella tipica del periodo, con i monti a mucchi di talpa arbitrariamente distribuiti, tra i quali notiamo anche i sardi Menomeni Montes, che nella carta della Sardegna antica già analizzata erano chiamati Insani Montes. I fiumi sono delineati con un tratto forte, le coste sono tratteggiate esternamente. Una serie di puntini delimita i confini a Nord della penisola. È presente un veliero che solca il mare. Compaiono anche i nomi delle antiche popolazioni della penisola, oltre ai nomi di epoca romana delle varie regioni storiche. Il profilo generale della penisola, e quello della Sardegna in particolare, seguono il modello maginiano.