Tabula VII Euro., 1522

Tabula VII Euro., 1522



Tecnica
Carta a stampa a colori, incisione in legno.

Autore
Laurent Fries

Titolo, edizione, anno
Tabula VII Euro., in Claudii Ptolemaei Alexandrini Mathematicorum principis , Opus Geographiae noviter castigatum & emaculatum additionibus raris et invisis, necnon cum tabularum in dorso iucunda explanatione Strasburgo, 1522.

Descrizione
Nord in alto; dimensioni h x b foglio mm 394 R x 517 R, incisione non individuabile, disegno mm 261 x 442 / 415.
La carta proviene dalla terza edizione tolemaica di Strasburgo, del 1522. La prima, del 1513, era opera di Martin Waldseemüller; le successive, pur con qualche aggiunta, sono ristampe di essa.
L'edizione del 1522 è firmata dal medico e astronomo tedesco Laurent Fries (1490ca-1532ca), allievo del Waldseemüller che, dopo la morte del maestro, nel 1518, ne pubblicò e corresse quasi tutti i lavori. Essa conteneva cinquanta carte: 27 tolemaiche e 23 moderne. La stampa e l'incisione sono a cura di Johann Grieninger, abile incisore del legno operante allora a Strasburgo.
La tavola VII d'Europa di questa edizione è un chiaro rifacimento della omonima carta del Germanico inserita nell'edizione di Ulma del 1482.
Il titolo della carta è inserito in un nastro svolazzante posto esternamente al disegno. L'orografia è segnata per mezzo di mucchi di talpa disposti in catene e colorati in marron (l'Etna con fiamme che fuoriescono); i fiumi sono a doppia linea, colorati internamente in blu; le coste sono caratterizzate da numerosi golfi a cipolla leggermente tratteggiati lungo la parte esterna.