Logo Regione Autonoma della Sardegna
I BENI CULTURALI DELLA SARDEGNA
sardegnacultura  ›  lingua sarda  ›  normativa  ›  progetti di istruzione scolastica

Progetti di istruzione scolastica

Si possono realizzare progetti sperimentali di istruzione scolastica in lingua sarda (o in altre lingue o dialetti o idiomi della Sardegna) sia attingendo alle possibilità della legge regionale 26/97 sia alla legge statale 482/99.

Per la legge regionale la materia è regolata dagli articoli presenti nel titolo IV che regolano il delicato svolgimento di progetti di insegnamento e creazione di strumenti didattici nelle scuole. Se ne occupa direttamente il Servizio Lingua Sarda presso l'Assessorato Regionale della Cultura.

L'apprendimento della lingua non è curricolarizzato né è inserito all'interno dei programmi scolastici ufficiali. La Regione finanzia attività aggiuntive che comportano lo studio della lingua, ma anche programmi culturali più generali sulla cultura sarda.

Esiste una attenzione notevole per lo studio delle varietà locali. Allo stesso modo si possono finanziare progetti sugli altri idiomi presenti nell'isola in relazione ai territori di diffusione: il catalano ad Alghero, il ligure-tabarchino a Carloforte e Calasetta, il turritano a Sassari e dintorni, il gallurese in Gallura.

I progetti di istruzione della 482/99 sono invece gestiti e finanziati dal ministero dell'Istruzione a Roma e puntano più sulla realtà specificamente linguistica del sardo e catalano che sono le lingue di minoranza storica che lo stato italiano riconosce in Sardegna.
Patrimonio culturale della Sardegna