Logo Regione Autonoma della Sardegna
I BENI CULTURALI DELLA SARDEGNA
sardegnacultura  ›  argomenti  ›  teatro  ›  il teatro contemporaneo

Il teatro contemporaneo

Tortolì, rappresentazione teatrale
Tortolì, rappresentazione teatrale
È a far data dalla fine degli anni Cinquanta che trova origine l'attuale, straordinario fervore teatrale teso alla ricerca di una nuova drammaturgia sarda, attraverso una ripresa di coscienza del patrimonio di identità culturale.

A Cagliari agirono i seguenti gruppi e cooperative teatrali: per primi il Centro Universitario Teatrale, nel 1959 (nel 1969, Centro di Iniziativa Teatrale e, nel 1973, Cooperativa Teatro di Sardegna), insieme al Teatro Studio nel 1967 (nel 1971 frantumato in I Compagni di Scena, Collettivo dell'Arte e della Cultura e, nel 1972, in Teatro Laboratorio di Alkestis); quindi, Domus de Janas Teatro, nel 1975, Teatro Laboratorio Akròama e la Cooperativa Teatro Olata, nel 1977; seguirono la Cooperativa Fueddu e gestu, e la Compagnia Is Mascareddas, nel 1980, Confronti Teatrali, nel 1981, i Cada Die Teatro, il Canovaccio-Isola Teatro e il Teatro Actores Alidos, nel 1982, il Crogiuolo, nel 1983, La Cooperativa La Maschera, nel 1985, il Nuovo Teatro Studio, nel 1986, Palazzo d'Inverno, Studiodrama e Tragodia, nel 1987, le compagnie teatrali Bocheteatro e Lapola, nel 1988, Associazione Tersicorea e Origamundi, nel 1989, L'Effimero Meraviglioso e le Maschere Nere, nel 1991, la Cooperativa Sirio e la Nuova Complesso Camerata e il Teatro del Sottosuolo, nel 1992, Carpe Diem, nel 1994, Compagnia Çaika, Riverrun e Spazio Fornace, nel 1997. Per gestire e distribuire il repertorio teatrale nazionale, da una parte, e regionale, dall'altra, nascono rispettivamente nel 1986 il Centro Diffusione Attività Culturali (CEDAC) e nel 1983 il Circuito pubblico per lo Spettacolo della Provincia di Cagliari. Ad arricchire un così vasto e vario panorama teatrale e per colmare la lacuna di strutture formative per tecnici dello spettacolo e per attori, dal gennaio 2004 agisce la Fabbrica Illuminata con la Scuola per l'Arte dell'Attore.

Nel 1993 viene fondata la Compagnia Teatrale I Barbariciridicoli, attualmente la più importante compagnia teatrale della provincia di Nuoro che si occupa di diffondere la cultura teatrale popolare, soprattutto nelle zone interne e nei piccoli paesi della Sardegna.

A Sassari iniziarono l'attività teatrale la Compagnia Teatro Sassari, la Cooperativa Teatro e/o Musica, entrambe nel 1976; seguirono la Botte e il Cilindro, S'Arza, Su Cherchu e S'Isciareu, tutti del 1978. Certamente tali cooperative e gruppi teatrali, animati allora da un impegno sociale e politico più incisivo e pregnante, arricchiscono ancora oggi con le loro produzioni drammatiche il panorama culturale e teatrale della Sardegna. Con straordinario impegno drammaturgico, essi costituiscono, dentro e fuori dell'isola, una delle realtà più fondanti e importanti nel campo della cultura in genere e in quello dell'identità e del teatro in particolare.
Patrimonio culturale della Sardegna