Logo Regione Autonoma della Sardegna
I BENI CULTURALI DELLA SARDEGNA
sardegnacultura  ›  lingua sarda  ›  limba sarda comuna  ›  la prima delibera regionale in lingua sarda

La prima delibera regionale in lingua sarda

Per la prima volta nella storia dell'Autonomia, la Regione ha adottato una delibera scritta in sardo (28 aprile 2006). Dando seguito all'approvazione delle norme di riferimento per una Limba Sarda Comuna, la giunta regionale ha reso pubblico il testo della prima deliberazione ufficiale scritta in sardo della storia dell'Autonomia.

Si tratta della traduzione dell'atto con il quale il 18 aprile scorso si sono approvate le norme di riferimento per la lingua sarda ''in uscita'' degli uffici dell'istituzione autonomistica e si istituiva "s'Ufìtziu de sa Limba Sarda" regionale. La redazione finale del documento rappresenta un punto di incontro tra le diverse sensibilità e tendenze di trattamento terminologico e di uso amministrativo della limba che sono emerse nel dibattito degli specialisti negli ultimi anni.

Resta fermo, così come sancisce la legge dello Stato n. 482, il valore esclusivo degli atti in lingua italiana e la sperimentalità del percorso linguistico individuato dal governo regionale. Chiunque voglia scrivere alla Regione potrà continuare a farlo nella propria o in qualsiasi variante del sardo ritenga appropriata. L'ufficializzazione della delibera tradotta in sardo cade proprio per "Sa die de sa Sardigna", il 28 aprile.

Consulta la delibera n. 16/14 del 18 aprile 2006
Patrimonio culturale della Sardegna