Logo Regione Autonoma della Sardegna
I BENI CULTURALI DELLA SARDEGNA
sardegnacultura  ›  argomenti  ›  arte  ›  contemporanea  ›  la reinvenzione dell'artigianato

La reinvenzione dell'artigianato

Eugenio Tavolara, Processione dei Misteri
Eugenio Tavolara, Processione dei Misteri
L'artigianato costituisce un aspetto importante e inconfondibile della cultura artistica della Sardegna contemporanea.
Ciò si deve, oltre alla ricchezza dell'artigianato popolare (che un critico difficile come Ugo Ojetti definiva negli anni venti "aristocrazia tra le arti paesane"), all'intelligente operazione di design attuata su di esso tra gli anni Cinquanta e i primi Sessanta del secolo scorso da artisti come Eugenio Tavolara e Ubaldo Badas.

Attraverso l'ISOLA (Istituto Sardo Organizzazione Lavoro Artigiano), di cui era direttore, Tavolara riuscì a rivitalizzare le forme della tradizione (specie nei settori del tessile, dell'intreccio e dell'intaglio in legno) mettendole a contatto con le tendenze del gusto internazionale, in quel momento teso a riscoprire i valori di una mediterraneità semplice quanto sofisticata; un'operazione che, assecondata dal boom turistico della Costa Smeralda, e dal correlato sorgere di ville ed alberghi con le loro esigenze d'arredo, ebbe immediato successo in Europa e negli USA e fu caldamente sostenuta in Italia da Gio Ponti sulla rivista "Domus".

Episodio chiave della rinascita artigiana della Sardegna fu la costruzione a Sassari nel 1956 del padiglione destinato a ospitare le mostre dell'ISOLA. Progettato da Ubaldo Badas, il padiglione è fra le migliori architetture in Sardegna negli anni cinquanta, manifestazione tangibile dell'unità fra arte, artigianato e architettura: è infatti ornato da decorazioni in ceramica di Gavino Tilocca, Emilia Palomba, Giuseppe Silecchia, e accoglie un rilievo in steatite e un banco ligneo su disegno di Tavolara.
Alla morte di quest'ultimo nel 1963, l'ISOLA prende un nuovo corso, rivolto più alla commercializzazione che al rinnovamento estetico dei prodotti. Tuttavia l'eredità di Tavolara non è andata totalmente dispersa, ma sopravvive nel lavoro di molti artigiani e designer sardi, come lui impegnati nello sforzo di far coesistere modernità e tradizione.

MONOGRAFIE
Eugenio Tavolara
Patrimonio culturale della Sardegna