Logo Regione Autonoma della Sardegna
I BENI CULTURALI DELLA SARDEGNA
sardegnacultura  ›  argomenti  ›  arte  ›  romana  ›  i sarcofagi

I sarcofagi

L'ambito funerario ha spesso rappresentato, in varie epoche, un'occasione importante per la realizzazione di opere d'arte su richiesta di ricchi committenti.
È anche il caso del mondo romano. Particolarmente significativi in questo senso appaiono i sarcofagi, ossia una sorta di "casse" realizzate in pietra di un certo pregio (come il marmo) allo scopo di contenere i resti di un defunto.

I sarcofagi venivano decorati in varia maniera, sia con motivi ornamentali come le cosiddette strigilature, ovvero file parallele di scanalature a "S", a cui si alternavano pannelli figurati, sia con apparati figurativi che ricoprivano l'intera superficie della facciata del sarcofago.
Il rinvenimento di un sarcofago è sempre da ricollegare a sepolture di personaggi di un certo rango, sia economico sia sociale. Essi rappresentano inoltre un'importante fonte di informazioni anche dal punto tecnologico, perché forniscono dati preziosi sulla circolazione di manufatti e di maestranze all'interno del mondo romano.

Nel caso della Sardegna sembra prevalere l'importazione dei sarcofagi lavorati nelle officine di Roma o di Ostia, lungo un canale che rimarrà attivo fino alla metà del IV secolo.

Patrimonio culturale della Sardegna