Logo Regione Autonoma della Sardegna
I BENI CULTURALI DELLA SARDEGNA
sardegnacultura  ›  argomenti  ›  arte  ›  artisti contemporanei  ›  andrea lai

Andrea Lai

Ero musica Ero musica
Biografia
Andrea Lai è nato a Cagliari il 05/12/1965 di formazione artistica autodidatta si avvicina al mondo dell’arte in età molto giovane, esprimendo i propri stati d’animo attraverso lo studio e la reinterpretazione delle luci, i colori e le atmosfere del paesaggio sardo, soprattutto del suo mondo roccioso. Il carattere eclettico e la sua curiosità lo hanno portato alla sperimentazione di nuove tecniche e all’uso di svariati materiali anche se la tecnica prevalente è la pittura ad olio. Attualmente possiamo considerare Andrea Lai un surrealista, mai esasperato, elegante e capace di trattare argomenti quotidiani con tono fiabesco trasportando l’osservatore in un percorso onirico e riflessivo. Espone oramai da più di vent’anni presentando le proprie opere in mostre personali e collettive in Italia e all’estero.
Alcune opere sono visibili su: www.andrealai.it

Galleria fotografica
  • Ricordi diffusi
  • Mediterraneo
  • Mareggiata
  • Andamento Lento
  • Giochi Erotici
  • Melodie Lontane
  • Storie di noia e di coltelli


Mostre Personali
1987 – Capoterra “Sacro e Profano” – Centro Residenziale Frutti d’Oro
1988 – Cagliari “La Voce delle Ombre”– Dopolavoro Poste centrali
1991 – Cagliari “Bric à Brac” – Circolo Bocciofilo
1996 – Cagliari “I Rumori della Notte” - Galleria d’arte Il Colore
2000 - Selargius “Volti e Racconti” - Casa Collu
2002 - Cagliari “Immagini e Volti del Pensiero Visibile” - Galleria d’arte Il Colore
2003 – Cagliari “Il Riordino delle Illusioni” – Sotto la Torre cafè
2004 – Selargius “Retrospettiva - “Carceri Aragonesi”
2006 – Cagliari “Il confine delle Parole” Galleria d’arte Il Colore
2009 – Sarroch “Parallelismi Immaginari” Villa Siotto
2012 - “Ut pictura poesis” (Andrea Lai dipinge Fabrizio De Andrè) – Personale Villa Piercy – Badde Salighes Bolotana (NU)
2012 - “Archètipi” – Personale Villa Siotto – Sarroch (CA)
2013 - “Infertura” - Personale Palazzo Ex Municipio – Assemini (Cagliari)
2014 - “Grafemi e Sinestesie” Personale – Studio 56 - Cagliari
2015 - “Sinuoso Senso” (erotismo e sensualità in arte) – Personale – Salotto dell’Arte – Cagliari

Mostre Collettive
1988 – Cagliari Rassegna dei pittori sardi – Fiera Campionaria – Palazzo dei Congressi
1989 – Cagliari Rassegna di arti visive “La Passione di Cristo” – Cripta S. Domenico
1990 – Cagliari Rassegna di pittura (Centro Sardo di Solidarietà) Villa Asquer
1991 – Cagliari Collettiva di pittura – Fiera Campionaria padiglione CIS
1992 – Desulo Collettiva di pittura “La Montagna Produce”
1993 – Cesenatico Collettiva “Paola Petrini” Galleria il Quadrato”
1994 – Ferrara Concorso di pittura “Premio Cosmè Tura” “Galleria Alba” (2° classificato sez. surrealisti)
1995 – Hong Kong Collettiva di pittura Fiera d’Arte
1996 – Cremona Collettiva di pittura “Ville della Padania”
1997 – Venezia Collettiva di pittura “L’Uomo e il Mare”
1998 – Sassari 13^ edizione “Primavera d’Arte” – Palazzo dell’ I.S.O.L.A.
2001 – New York Arte expò JAVIS CENTER di Manatthan
2002 – Cagliari Collettiva di pittura Galleria d’arte Il Colore
2003 – Concorso Nazionale - Città di Cagliari – Cripta S. Domenico (1° Classificato)
2005 – Pula “Arte in vetrina” Galleria Fra Nazzareno
2006 – Cagliari Collettiva “Il Volto e la Maschera” Studio d’arte Paola Frau
2007 – Roma Rassegna internazionale d’arte – Sala Agostiniana Santa Maria del Popolo
2008 – Torino Collettiva di pittura “Ferie Medievali” - Museo D’Andrade – Pavone Canavese
2009 – Macerata Danz’Art l’Oriente in Occidente – Villa Bonaccorsi – Potenza Picena
2010 – Vercelli Collettiva di Pittura – “Donna Natura” Vivaio Floricoltura Viaro – Lignano
2011 – Pontedera Collettiva d’Arte La fuga non è mai ordinata” Carrozzeria Rizzieri
2013 - “Il Sensibile & Il sensuale” – Mostra Collettiva di arte erotica – Palazzo Regie Poste – (CA)
2015 - “Art Expò Barcellona Art Fair” – Crisolart Art Gallery - Barcellona
2016 - Paratissima Cagliari – collettiva d’Arte – Lazzaretto – Cagliari

Testo critico
Si raffinano e persuadono le coordinate estetiche della pittura di Andrea Lai, artista che si affaccia oramai sulla soglia di una raggiunta maturità d’ispirazione e di stile.
Una maturità che, come quando sincera è la vena creativa, non si compiace dei risultati raggiunti e rifiuta d’inscriversi entro linee di codificazione irrevocabilmente risolte, bensì presuppone una costante tensione al mutamento, un inesausto impegno all’indagine.
Perfezioni formali iperrealistiche coesistono a sperimentazioni d’avanguardia, la razionalità mai ignorata non preclude gli spazi della fantasia ed anzi la elegge a supremo valore di un mondo che troppo spesso, tragicamente, la rifiuta: da seducenti ossimori hanno origine opere come “Il sesto regno” e “Il riposo della ragione”. Malie di ovidiane metamorfosi indugiano sui profili dell’erotismo in “Le Paure di chi è solo”, non astenendosi dall’indagare l’enigma arcano della vita e della morte. Abile demiurgo, Lai trasfigura le apparenze dell’esistenza, declinandole e combinandole in universi melodicamente misurati, la cui eco si schiera contro il fatale procedere del tempo.
Dott.ssa Simona Campus
Patrimonio culturale della Sardegna