Logo Regione Autonoma della Sardegna
I BENI CULTURALI DELLA SARDEGNA
sardegnacultura  ›  grandi eventi  ›  ultime notizie  ›  mark lewis, anticipando la biennale di venezia

Mark Lewis, anticipando la Biennale di Venezia

Il Museo MAN di Nuoro dal 15 maggio al 28 giugno ospita la prima antologica dell'artista canadese Mark Lewis, che parteciperà alla 53^ Biennale di Venezia con lavori cinematografici del 2009, con una rassegna delle più importanti opere del decennio 1998-2008. In questa mostra sarà possibile ammirare anche le opere di esordio degli anni Ottanta quando, utilizzando il mezzo fotografico, l'artista ha cercato di fissare in modo originale immagini dell'ambiente naturalee di vita quotidiana, alla successiva ricerca nel mondo dell'immagine in movimento.

Lewis, dopo avere praticato la fotografia e realizzato molte installazioni in luoghi pubblici, sposta la sua attenzione all'immagine in movimento. Le sue opere, spesso realizzate in cinemascope e trasferite in dvd, sono state proposte in grandi mostre internazionali e, in breve tempo, Lewis è diventato uno degli autori pù rappresentativi tra quelli che utilizzano il cinema in ambito artistico.
Le opere di Lewis sono caratterizzate da una ripresa continua e priva di montaggio e sono proiettate sotto la forma di piani-sequenza direttamente sulle pareti degli spazi espositivi. Ogni opera è realizzata con i mezzi tecnici del cinema professionale con troupe, attori e pellicola 35mm anche se il risultato non è mai un film nel senso tradizionale del termine: le proiezioni non raccontano una storia e di rado la loro durata supera i 5 minuti.

"Veri intrighi visivi, privi di esplicita narrazione, questi film brevi e silenziosi non si limitano ad esplorare le convenzioni formali della settima arte, ma si interessano agli aspetti -cinematografici- del mondo in cui viviamo, nel quale le tecnologie dell'immagine in movimento hanno radicalmente trasformato la percezione spaziale e temporale. L'artista parla a questo proposito di cinema permanente".
Oggetto della sua ricerca sono i luoghi della quotidianità che l'artista narra con l'intento di evidenziarne la forza, la potenza e la straordinarietà presenti anche nei luoghi più abituali o banali: "dietro l'apparenza - sembra dirci – Mark Lewis non c'è la cosa in sè ma lo sguardo. E' dunque a quest'ultimo che le sue opere si rivolgono".

Per maggiori informazioni è possibikle contattare il numero verde 800 88 11 88

Consulta la sezione MAN
Patrimonio culturale della Sardegna