ESTETICA DEL FOOD, REALIZZAZIONE DI 100 GRAFICHE DI TRADIZIONE SARDA 2017

Genesio Pistidda

Biografia
Genesio Pistidda, classe 1974, nasce in Sardegna nella città di Sassari. Laureato in Scultura all’Accademia di Belle Arti Mario Sironi di Sassari nel 2001, iscritto attualmente All’Università di Architettura a Venezia, IUAV, in Disegno Industriale. Il suo percorso lavorativo-creativo è indirizzato principalmente sulla ricerca di una estetica-filosofica della materia, arrivando alla funzionalità del prodotto. Nel corso degli anni, ha sperimentato nuovi strumenti d’indagine, attraverso la realizzazione di fotografie, sculture e oggetti di design o allestimenti teatrali, fino alla consulenza tecnica-artistica e direttiva d’immagine per la riqualificazione di prodotti già esistenti nel commercio. Collabora con: Enel campagna pubblicitaria Industria e Ambiente 1996; Esercito Italiano, realizzazione di tre stemmi araldici della Brigata Sassari,1996-97; Ersu decorazione murales Mensa Universitaria,1998; Fondazione Sardegna 2002-16, 2004-05; collabora come scenografo e performer per l’attrice Nerina Nieddu, 2003-11 2016; Provincia di Sassari, dirige il Museo d’Arte Contemporanea Masedu, per la mostra Industriale Arte in Fabbrica 2004/05; dirige il Museo d’Arte Contemporanea EXMA’, per la mostra Industriale Arte in Fabbrica, collabora con L’Associazione Camù, 2005; Ente Concerti Maria Lisa Decarolis, realizza il logo dell’Ente costruendo tutta la campagna pubblicitaria 2004/05; Confcommercio, Confidi, Sassari, realizza la campagna pubblicitaria, per i corsi di formazione 2014, l'Associazione Amerindia, lavora come scenografo per la realizzazione del Cinema all'aperto Figiurà, 2011-15; Esercito Italiano, realizzazione del restauro dello stemma araldici della Brigata Sassari, 2016-17; lavora con il designer Tarshito per alcune mostre in India, 2001-02; collabora con il designer Giulio Iacchetti 2017-19, Tintess realizzazione collezione P.E. 20/21 per il cliente Olimpiass-Benetton. Collabora con: Comuni, Provincie ed Enti privati nel settore Culturale, di: Sassari, Cagliari, Olbia, Arzachena, Oristano, Esercito Italiano, Facoltà di Medicina e Chirurgia di Sassari.

Mostre personali
1998 agosto > assoluta architettura / Chiostro di S. Maria di Betlem / Sassari
1998 marzo > anatomia architettonica / Libreria Linvigston / Sassari
1999 novembre > il manipolatore / Studio di Antonella Pacifico / Sassari
2000 marzo > spazio minimo / Centro Kairos / Sassari
2001 novembre > mela / palazzo ducale sala G. Duce / Sassari
2002 maggio > due frontiere comunicative / Circolo l’Urlo - Sassari
2003 ottobre > mela atto ii / palazzo ducale sala G. Duce / Sassari
2006 ottobre > organica / palazzo ducale sala G. Duce / Sassari
2007 luglio - settembre > volti muti / 3g / fondazione Logudoro Meilogu / Banari
2007 ottobre > oceano atlantico / palazzo ducale sala G. Duce / Sassari
2010 maggio > le madri del vento / ex convento Quarte’ Saya’l / Alghero
2013 maggio > madre casa del popolo / Bosa
2014 marzo > madre libreria Zabarella / Padova
2014 maggio > madre palazzo baronale / Sorso
2014 luglio > senza parole / palazzo ducale / Sassari
2014 settembre > madre / bagella / Sassari
2014 novebre > madre / mede libreria di moda e design / Noventa Padovana / PD
2015 maggio > madreuniverso / palazzo ducale / le cantine del duca / Sassari
2015 marzo > madreuniverso / punto enel / Sassari
2016 aprile > madreuniverso / galleria imagina / Venezia
2017 marzo > estetica del food / spazio may mask / Cagliari
2016 aprile > estetica del food / fabbrica del vapore / Milano
2016 maggio > estetica del food / galleria Manca / liceo artistico / Sassari
2018 febbrio > identita’ / New York
2018 marzo > identita’ / fondazione nival / Verona
2018 aprile > identita’ / fabbrica del vapore / Milano
2019 maggio > petra / fuori salone / piazza 24 maggio / Milano

Galleria fotografica


Mostre collettive
1999 marzo > croce / teatro civico / Sassari
1999 ottobre > i dannati / locale la traviese / Ittiri / SS
2000 aprile > arte contemporanea e arredo design / mobilia ferroni / Sassari / Kairos
2000 maggio > lu chi e’ / salone esposizione AICS / Sassari
2000 luglio > arte evento creazione iv / Molineddu spazio espositivo / Ossi / SS
2001 marzo > thegold and the clay / New Delhi / india confluence of tradizions di Tarshito
2001 giugno > sss il silenzio che parla /arte evento creazione v / Ossi /Molineddu
2002 aprile > camminando / Sassari / un nistagmo molto informale meridiano zero / Bordeline
2002 aprile > video mela / fondaz. logudoro / Banari / Cagliari / Carbonia / Nuoro / Oristano / Sassari / SS
2002 giugno > visioni ordinarie / Su Palatu Iscolas / Villanova Monteleone / SS
2002 ottobre > menotrenta / Milano / spazio laboratorio Hajech
2002 novembre > zen / Hamingway cafe' / Sassari
2002 dicembre > menotrenta / Sassari / ex collegio gesuitico canopoleno
2002 - 2003 >dicembre/ busti minimali / gennaio / genesi gallery / Sassari
2003 giugno > unghie / arte evento creazione vi / Molineddu spazio espositivo / Ossi / SS
2003 – 04 dicembre – gennaio > / creative expo gli echi della terra / centro per anziani / Arzachena / OT
2004 aprile > difendere la vita / teatro auditorium delle clarisse / Rapallo / Genova
2004 giugno > la tua foglia / arte evento creazione vii edizione / Ossi / SS
2004 settembre – novembre > industriale arte in fabbrica / Masedu / museo d’arte moderna / Sassari
2005 febbraio – marzo > industriale arte in fabbrica / Exma’ / museo d’arte moderna / Cagliari
2005 giugno > polvere di stelle / arte evento creazione viii / Ossi / SS
2005 ottobre > una storia di immagini > Milano / Berlino
2008 giugno > volti muti / home gallery / spazio espositivo / Olbia
2008 ottobre > volti muti / sangue / palazzo Arcais / Oristano
2008 – 2009 dicembre - gennaio > volti muti / milis sotto le stelle / palazzo Boil / Milis / OR
2008 luglio > vuoti / arte fiera / carcere di Castiadas / CA
2009 – 2010 dicembre – gennaio > sale / Milis sotto le stelle / palazzo Boil / Milis / OR
2009 giugno > la quercia bianca / la sabbia nel libro / Valledoria / SS
2010 luglio – settembre > futura / Stintino / SS
2010 luglio > vuoti / notte sotto le stelle / Carbonia / CA
2011 agosto / settembre > l’arte che ama - l’arte che si ama / fondazione Logudoro Meilogu / Banari
2012 agosto - settembre > 1°fiera del piccolo formarto / fondazione Logudoro Meilogu / Banari
2013 luglio > senza / arte evento creazione viii / senza / Molineddu spazio espositivo / Ossi / SS
2013 dicembre - gennaio > intra intro / il carmelo spazio espositivo / Sassari
2014 marzo > senza parole / spazio espositivo / Ossi / SS
2014 luglio > tempo / arte evento creazione vv/Molineddu spazio espositivo / Ossi / SS
2014 – 2015 dicembre - gennaio > voglio l’erba voglio / ex caserma dei carabinieri / Alghero / SS
2016 maggio > micromadri / galleria Trigu / Cagliari
2016 luglio > il giardino di vetro / arte evento creazione xx / Molineddu spazio espositivo / Ossi / SS
2016 luglio > natural / arte evento creazione xxi / Molineddu spazio espositivo / Ossi / SS
2017 luglio > i timbri di luce / arte evento creazione xxi / Molineddu spazio espositivo / Ossi / SS
2019 aprile > moderne devozioni / spazio mediolarum / Ferrara

Installazioni
1999 gennaio > carne da macello / Emiciclo Garibaldi / Sassari
1999 maggio > carne da macello crocefissione / Sassari piazza S. Antonio / Sassari
2000 dicembre > facoltà di medicina e chirurgia / piazza S. Antonio / Sassari
2001 gennaio > camminando / aula magna facoltà di medicina e chirurgia / Sassari
2001 settembre > selvaggio / palazzo della provincia piazza d’Italia / Sassari
2003 marzo > utopia visiva / borderline / Sassari
2004 agosto > solo cenere / San Pantaleo / OL
2004 maggio > amistade / aula magna liceo classico / Olbia / la follia del fuoco di Nerina Nieddu
2004 giugno > premio nazionale e giornalismo / cinema miramare / Alghero / la follia del fuoco
2004novembre > VIII salone dei beni e delle attività culturali / terminal passegger/i / Venezia
2006 agosto > le chiavi di ichnos / tra terra e cielo / Perfugas / SS
2005 giugno > medea di Nerina Nieddu / Villa Mimosa / Sassari
2010 ottobre > sale / industria rafineria di sale marino Cadelano / Cagliari
2011 aprile > il volo di Garibaldi / i park art / fuori fiera / Milano

Testo critico
L'Arte si tinge di speranza
Al potere salvifico dell'arte, alla sua capacità di guidarci all'assoluto crede anche Genesio Pistidda. La sua installazione "Il manipolatore/design” punta a comporre una specie di topografia dell’interiorità, attraverso una serie di grafici e piantine appesi a fili da stendere.
Questi "progetti" visualizzano spazi della spiritualità, con l'ausilio di simboli grafici e di scritte quali "Purezza", "Dio", "Angelo", ecc., e appaiono volutamente elementari nel segno grafico (che concede poco allo spettatore quanto a gratificazione visiva) come nel riferimento a una dimensione contemplativa molto semplice e ingenua. I disegni però non sono che un tramite, servono a condurci all’incontro con il nucleo centrale del lavoro:
su uno sgabello, a conclusione del percorso della mostra, c'è un contenitore di metallo, a metà tra lo schedario e la valigia. Parzialmente aperto a rivelare, senza mostrarcelo, il proprio contenuto, l'oggetto è una trasparente metafora del pensiero: dentro, nascosta ai nostri occhi, c'è l'opera della quale i disegni sono momenti preparatori, destinata a restare per sempre inconoscibile.
Giuliana Altea

Supporti
Le parole "Spazio Minimo" titolo della mostra di Genesio Pistidda, scorrono su un monitor collocato in uno degli ambienti della galleria, tra opere a parete. Queste, realizzate su supporti plastici, si presentano a prima vista come dipinti dalla forte caratterizzazione segnica.
La base del lavoro pittorico è invece una stampa digitale, ricavata da fotografie di frammenti di opere precedenti. In contrasto con l'uso del plotter attualmente più diffuso tra gli artisti, Pistidda non se ne serve per ingrandire e conferire monumentalità a immagini tratte dalla realtà: lo utilizza invece come supporto per composizioni che assumono un tono astratto-informale.
Dopo la mostra "Il manipolatore/design", questa personale segna una decisa svolta sul piano degli esiti visivi, mantenendo il retroterra dell'operazione di tono mentale-progettuale.
Marco Magnani

Bibliografia
G. Altea, L'arte si tinge di speranza, Oristano, 1999;
P. Ferri, Lu chi è, Sassari, 2000;
A. R. Chiocca, in Spazio Minimo, Sassari, 2000;
M. Magnani, Supporti plastici per la memoria, Sassari, 2000;
A. Ruzzu, Camminando con Pistidda, Sassari, 2000;
A. Zanella, Genesi Gallery, Sassari, 2002 -03;
Concorso Mostra Itinerante di Pittura Giovani Artisti Sardi, Banari (SS), 2002;
A. Sanna, Mela atto II, Sassari, 2003;
A. Sanna, Industriale, Sassari, 2004;
A. Sanna, Industriale, Cagliari, 2005;
L. Agus, Filo e Ferro, Cagliari, 2005,;
Collezione Fondazione Logudoro Meilogu, Banari (SS), 2002.

elenco completo