Anna Demuro, Il sole nero

Anna Demuro

Biografia
Anna Demuro è nata a Calangianus (SS) il 26 settembre 1939.
Nel 1958 si diploma a Sassari presso l'Istituto Magistrale. Autodidatta, approfondisce la storia dell'arte attraverso i secoli.
Sperimenta carboncino, inchiostro, acquarello, tempera e cera. Tra i suoi ideali maestri, primo fra tutti è Van Gogh, cui si ispirano le prime fatiche realizzate con la tecnica dell'olio su tela negli anni antecedenti al 1975. Nello stesso anno si presenta al pubblico con la sua prima personale di pittura.
Nei primi anni '90 si rifugia nell'Action painting (Pittura d'azione). Successivamente si orienta verso altri materiali: ferro, acciaio, vetro, alluminio e poi verso l'astrazione geometrica. A partire dal 1999 concentra ulteriormente la sua attenzione sulle grandi opere di pittura ad olio dedicate al teatro isolano.
Dal 1985 al 1989 le viene affidata l'educazione artistica degli alunni del secondo ciclo del Circolo Didattico di Sorso. Nel 1999, in memoria dei caduti civili e militari della guerra dei Balcani, nasce Kosovo Nuova Auschwitz, ultimata nel 2004 e collocata a Sassari, nella chiesa monumentale di Santa Maria in Betlem. Il progetto "Sorso e il territorio. Storia – arte – cultura" offre esposte in permanenza nel Palazzo della Provincia di Sassari le due tele storiche "Il saccheggio del Palazzo Baronale" e "La battaglia presso il fiume Silis". Dal 1999 al 2002 realizza il progetto "Il teatro in Sardegna. La sua storia tra sacro e profano": trenta tele sulle principali fasi della storia della drammaturgia e della commedia isolana. Nel 2003, per il trentennale de "Il Sassarese", propone dodici interpretazioni pittoriche delle pagine del periodico.

Galleria fotografica


Mostre personali
2001 - Sassari, Palazzo della Provincia, "Sorso e il territorio. Storia - Arte - Cultura"
2000 - Sorso (SS), Palazzo Baronale, "Sorso e il territorio. Storia - Arte - Cultura"
1985 - Sassari, Galleria ARS, "Io di fronte alla droga"
1982 - Sassari, Galleria Il quadrato, "Sardegna come"
1980 - Sassari, Galleria ARS, "Il bambino nel mondo"
1979 - Sassari, Galleria ARS
1978 - Sassari, Galleria ARS
1976 - Sassari, Galleria ARS
1975 - Sorso (SS), Galleria L'arco
1975 - Sassari, Galleria ARS

Mostre collettive
1980 - Dubrovnik (Croazia), "Incontro d'Arte Internazionale Italia-Yugoslavia
1979 - Vicenza, Pinacoteca d'Arte Moderna Contemporanea Museo Villa Muzzi Gonzato, Collettiva Internazionale
1979 - Parigi, Galerie Chardon, Galerie De l'Astra, "Collettiva Internazionale di pittura"
1978 - Piacenza, "Concorso Internazionale di pittura"
1978 - New York, Philadelphia, Washington, "Artistic Tour in USA"
1977 - Madrid, Toledo, Granata, Barcellona, " Muestra colectiva de Pintura en España"
1977 - Londra, Oxford, Bristol, Windsor, "Mostra itinerante in Inghilterra"
1976 - Roma, "Concorso Internazionale di pittura, scultura e grafica San Marco '76 - Beato Angelico"
1976 - Napoli, Maschio Angioino, "Concorso Internazionale di Arte Figurativa Giacinto Gigante '76"
1975 - Alanno (PE), "Mostra Internazionale di pittura e scultura Villa Alessandra

Premi e riconoscimenti
1983 - Salsomaggiore, Nomina di Accademico d'Europa
1983 - Salsomaggiore, Diploma d'onore conferito dall'Ordine Internazionale Dei Volontari Per la Pace
1981 - Parigi, Premio Europeo Parigi '81
1979 - Parigi, Oscar International Paris
1979 - Salsomaggiore, Nomina di Accademico d'Italia con medaglia d'oro
1978 - Piacenza, Farnese d'oro
1977 - Artistic Tour in USA, Medaglia aurea e attestato
1977 - Tour artistico in Spagna, Medaglia aurea e attestato
1977 - Artistic Tour in England, Medaglia aurea e attestato
1975 - Alanno (PE), Mostra Internazionale di pittura e scultura Villa Alessandra, Coppa argento secondo premio

Testo critico
"Anna Demuro è un'artista del nord Sardegna che negli anni Settanta, dopo la contestazione del '68, non guardò tanto alla tradizione della pittura isolana, ma rielaborò la pittura della scapigliatura milanese, la quale nella seconda metà dell'Ottocento aveva finalità di contestazione. […] Vent'anni sono trascorsi da allora e Anna Demuro ha mutato il suo linguaggio per assumerne un altro, nel quale rendere con maggiore pregnanza la deludente realtà dei nostri giorni, gli avvenimenti sconfortanti che ci accompagnano attraverso le notizie dei media. Guerre civili, terremoti, siccità, eruzioni vulcaniche e altre calamità affliggono il nostro pianeta nell'apparente indignazione dei più, senza che sostanziali cambiamenti mutino il percorso del presente. Per questo motivo Anna Demuro si è rifugiata nell'action painting, […] sbaragliando qualsiasi senso di prospettiva nello spazio. […] L'informale è per lei attualmente un punto d'arrivo, una sintesi. […]
Wally Paris da Il sassarese, 15 Novembre 1999

Bibliografia
Pittrice sorsense bene affermata al Premio "Controvento", "La Nuova Sardegna", 28 Novembre 1975;
AA. VV., Arte e Poesia del Nostro Tempo, antologia illustrata, Napoli, Nuovi Orizzonti, 1976;
"Nuovi Orizzonti", Organo dell'Accademia Internazionale di San Marco, n. 2, febbraio 1977;
"La Revue Moderne des Arts e de la Vue", 7 Marzo 1977;
T. Ledda, La pittura onirica di Anna Demuro, "L'eco della stampa, Giugno 1977;
Gli anni '60 e '70 dell'arte italiana, "Dizionario ESA", Piacenza, ESA, 1977, vol. VII;
Il Tour dei pittori in USA prende il via da Piacenza, "Libertà", gennaio 1978;
Dizionario degli Artisti Europei Contemporanei , vol. I, 1980;
"Io di fronte alla droga" 8° Mostra Personale di Anna Demuro, "La Nuova Sardegna, 28 Marzo 1985;
La rassegna pittorica "Il teatro in Sardegna" di Anna Demuro, "Il Sassarese, 15 Settembre 2003.

elenco completo