Gavino Ganau, Across

Gavino Ganau

Biografia
Nasce a Tempio Pausania (SS) il 20 giugno 1966.
Compiuti gli studi superiori a Tempio Pausania, si laurea a Sassari nella Facoltà di Agronomia.
Alimentata dal confronto con i linguaggi massmediali e con le icone popolari della contemporaneità, la sua ricerca si volge verso un'interpretazione dell'essenzialità del bianconero fotografico e cinematografico, a partire da elementi evidenziati e sublimati attraverso l'elaborazione manuale. Successivamente, in particolare dopo la significativa personale al museo MAN di Nuoro nel 2001, il lavoro si dirige in misura crescente verso la ricerca di contenuti profondi, inconsci, archai fondamentali della condizione umana. Nelle opere più recenti, la ricerca figurativa si concentra sulla realizzazione di composizioni più complesse, costruite a partire da materiali mediatici collegati al fine di costituire un unicum dalla forte valenza poetica e dal forte impatto visivo.
Seguito da alcuni critici del contesto nazionale (Luca Beatrice, Gianluca Marziani, Maurizio Sciaccaluga), ha lavorato con diverse gallerie di varie città italiane (Guidi&Schoen di Genova, AndreA arte di Vicenza, PiziArte di Teramo, Novato di Fano, 3G di Udine, SPA di Andria, ecc.). Diverse le mostre istituzionali e i premi cui ha partecipato, tra i quali: "Insulae Creative Turbolences" e "Urbs", curate dalla Fondazione Bartoli-Felter di Cagliari, e "Il Fuoco di Abramo", "Arte e Sud" "Human@rt", a cura di Lucio Barbera. È stato finalista del IV Premio Cairo, Milano, e del premio Lissone. Ha partecipato a diverse fiere di arte contemporanea. Attualmente sono in corso di preparazione alcuni cicli pittorici che, ultimati, saranno esposti nelle sue gallerie di riferimento.

Galleria fotografica


Mostre personali
2006 - Teramo, PiziArte, "Living Space"
2006 - Alghero, Blublauer spazioarte, "Dialosien Siresien. Touch Black", con Roberta Filippelli
2005 - Udine, 3g arte contemporanea, "Two Faces", con Pastorello
2005 - Sassari, Palazzo Ducale, "Almost Heaven", a cura di Paolo Carta
2003 - Vicenza, Galleria Andrea arte contemporanea, "Urban People", con R. Morone, a cura di Maurizio Sciaccaluga
2002 - Tempio Pausania, Palazzo Pes-Villamarina, "Lascia che ti guardi"
2002 - Roma, "TAD conceptstore", a cura di Raffaella Guidobono
2001 - Nuoro, MAN, "Only the landscape is changed", a cura di Claudia Colasanti
1999 - Olbia, Biblioteca Simpliciana, "Corpo a corpo"
1998 - Bologna, Sesto senso, "Bad Religion"

Mostre collettive
2006 - Teramo, galleria PiziArte, "Maldita soledad"
2006 - Andria, Società per l'arte SpA, "Nice to meet you"
2006 - Cagliari, Castello di San Michele, "Il Fuoco di Abramo", a cura di Mariolina Cosseddu
2006 - Roma, Hotel Ripa, "Riparte international art fair", con la galleria PiziArte di Teramo
2006 - Acicastello, Castello Normanno, "& Sud: Obiettivo Contemporaneo", a cura di Antonio Arévalo
2006 - Bologna, Galleria D'Accursio, "Il segno nel libro"
2006 - Teramo, Galleria PiziArte, "Corazón partído"
2006 - Catania, Le Ciminiere, "human@rt", a cura di Lucio Barbera
2006 - Fano, Galleria Novato, "Bang Bang", a cura di Maurizio Sciaccaluga
2006 - Sassari, Palazzo Della Frumentaria, "Il segno nel libro"

Premi e riconoscimenti
2005 - Siena, Palazzo Pubblico, finalista "Premio Celeste", a cura di Gianluca Marziani
2003 - Milano, Museo della Permanente, finalista "IV Premio Cairo communication"
2002 - Lissone, Civica Galleria d'Arte Contemporanea, finalista "Premio Lissone 2002"

Bibliografia
L. Beatrice, A. Galletta, Emporio, giornale di mostra, Milano, Gallerie Viafarini e Care Of, 2001;
C. Colasanti, Only the landscape is changed, catalogo della mostra, Nuoro, MAN, 2001;
M. Sciaccaluga, S8 pressione, catalogo della mostra, Genova, Galleria Guidi&Schoen artecontemporanea, 2003;
M. Sciaccaluga, Urban People, catalogo della mostra, Vicenza, Galleria AndreA arte contemporanea, 2003;
G. Marziani, Premio Celeste, catalogo della mostra, Siena, Palazzo Pubblico, 2005;
M. Sciaccaluga, Bang Bang, catalogo della mostra, Fano, Galleria Novato, 2006.

elenco completo