Logo Regione Autonoma della Sardegna
I BENI CULTURALI DELLA SARDEGNA
sardegnacultura  ›  luoghi della cultura  ›  musei  ›  provincia di nuoro  ›  desulo, museo etnografico casa montanaru

Desulo, Museo etnografico Casa Montanaru

Immagine non disponibile Immagine non disponibile
Informazioni
Indirizzo: via Montanaru, 34 - 08032 Desulo
tel. +39 0784 619624 - 0784 619415
Titolare: Associazione culturale Amici del Museo di Desulo
Orari: su prenotazione tutti i giorni
Biglietto: ingresso libero a offerta

Il museo
È situato nella casa che fu di Antioco Casula, in arte Montanaru (1878-1957), considerato uno dei maggiori poeti lirici in lingua sarda. La palazzina, ristrutturata, è situata nel rione Ovolaccio ed è del tipo tradizionale desulese, ma con alcuni elementi di ricercatezza nella facciata. Il tema principale è rappresentato dagli strumenti funzionali al lavoro agricolo, alla pastorizia, all'artigianato, alla panificazione, alla tessitura ed alla lavorazione della cera. È articolato su quattro piani. Sala A: oggetti relativi alle attività del massaio-contadino, vinaio, cantina, pastore, segantino e foresta, ciabattino. Sala B: attività del muratore, falegname, biccalinna, ferraio-fabbromaniscalco. Interessanti gli strumenti in legno che venivano prodotti a Desulo e poi commerciati nell'isola da "is camminantes". Sala C: tessitura e sartoria con esposizione di un antico telaio. Sala D: cucina e panificazione. Oltre alla varietà degli strumenti di lavoro, colpiscono in questa sala le diverse forme del pane confezionato a Desulo. Sala E: costumi desulesi. Particolarmente famoso il costume femminile dalle vivacissime tonalità del panno rosso, ricami in seta e tipica cuffia ("su cuguddu"). L'abito, ancora parzialmente in uso, richiede una lunga e complessa fattura. È inoltre possibile visitare lo studio-biblioteca del Montanaru, con circa 1500 volumi, l'archivio ed il prezioso epistolario. Costumi, libri, il torchio in legno per le vinacce, il telaio per la tessitura, arricchiscono l'esposizione.

Servizi
Biblioteca.
Patrimonio culturale della Sardegna