Immagine non disponibile

Cagliari, Stazione ferroviaria

Come arrivare
La stazione ferroviaria prospetta su piazza Matteotti in prossimità del porto e chiude l'estremità Ovest del lungomare di via Roma.

Il contesto ambientale
La stazione ferroviaria di Cagliari è situata ai piedi del quartiere storico di Stampace. Non molto tempo prima della sua costruzione, la zona era aperta campagna. Il luogo dove è stata eretta si trova di fronte a quello che era l'approdo denominato "S'arriba de sa palla", uno dei tanti alla spiaggia nella località detta "Sa Perdixedda": qui l'approdo veniva effettuato dalle barche quasi a vele spiegate al fine di avere una spinta sufficiente per portare la prua il più possibile entro terra per effettuare lo scarico senza aver bisogno di barche ausiliarie o di ponti.

Descrizione
La stazione ferroviaria di Cagliari, nella sua attuale sede, fu inaugurata il 23 luglio del 1879, anche se all'inizio dei lavori era in corrispondenza dell'attracco dei bastimenti che portavano i materiali dall'Inghilterra.
Appena costruita, la stazione aveva il timpano liscio: successivamente il timpano fu arricchito con fregi, mentre nell'antistante piazza Matteotti, tuttora di proprietà ferroviaria, venne realizzato un giardino.
Nel periodo fra le due guerre la stazione fu sopraelevata e vennero eliminate le due grandi terrazze laterali: si aggiunse inoltre un corpo di fabbrica lungo la via Roma ed uno interno alla proprietà FS. Durante l'ultima guerra la stazione fu gravemente danneggiata dalle bombe.
Nell'atrio è esposta la locomotiva a vapore D 744.003, e nel complesso della stazione si può visitare il Museo delle Ferrovie, realizzato nel 1985 come testimonianza di archeologia industriale con foto, carte, disegni d'epoca, modelli di ponti e locomotive, il modello funzionante del traghetto Gennargentu, casseforti a muro ad apertura segreta e il salotto della carrozza reale di Vittorio Emanuele III.

Storia degli studi
Una rassegna degli studi si trova nella bibliografia relativa alla scheda nel volume della "Storia dell'arte in Sardegna" sull'architettura otto-novecentesca (2001).

Bibliografia
F. Masala, Architettura dall'Unità d’Italia alla fine del '900, collana "Storia dell'arte in Sardegna", Nuoro, Ilisso, 2001, sch. 46.