Immagine non disponibile

Tempio Pausania, chiesa dei Santi Cosma e Damiano

Come arrivare
Si imbocca una breve deviazione a s. della strada per Calangianus, paese noto per la produzione del sughero, e si arriva alla frazione di Nuchis, 4 km da Tempio Pausania. La chiesa è nell'abitato.

Il contesto ambientale
Il villaggio di Nuchis si sviluppò nei secoli XVI e XVII, accogliendo i profughi delle località costiere battute dai barbareschi. Nucleo iniziale del borgo fu il complesso composto da due edifici (parrocchiale e santuario) e dal camposanto. Accanto alla parrocchiale, intitolata allo Spirito Santo, si trova il santuario dei Santi Cosma e Damiano, oggi adibito a oratorio.

Descrizione
Il santuario dei Santi Cosma e Damiano venne fondato nel 1529 dopo una peste, ricostruito nel 1835 e restaurato nel 1945. Interamente in granito con facciata a spioventi e campanile a vela sulla sommità, è ad aula mononavata, con volta a botte divisa da cinque arcate. Gli affreschi sono di Carlo Armanni.
Nonostante gli interventi di restauro l'insieme possiede un suo pregio architettonico, rilevabile nelle linee rustiche della tradizione costruttiva sarda e nell'unità conferitagli dall'uso della grigia pietra granitica. La collocazione in uno spazio tenuto a giardino e l'inserimento nella cornice paesaggistica della montagna gallurese contribuiscono ad attribuire al luogo un certo pregio ambientale.

Storia degli studi
Notizie sul santuario si trovano in diverse pubblicazioni su Tempio Pausania.

Bibliografia
M. Bruschi Brindano, Tempio nella seconda metà dell'Ottocento. Note di storia municipale, Sassari, 1982.