Suni, Parco archeologico - Suni, Nuraghe Nuraddeo

Suni, Parco archeologico - Suni

Informazioni
Indirizzo: SS 292 bis - 08010 Suni
Cell. +39 328 8789521
Ente gestore: TACS Visit & Tours s.n.c.
Orari:
16 Ottobre-31 Dicembre
MA-SA 09:00-13:00 e 14:30-18:00
Nel periodo di apertura invernale le visite di gruppi possono effettuarsi anche nei giorni di domenica e lunedì, ma solo su prenotazione. Non è attualmente disponibile il calendario completo delle aperture per i mesi da gennaio al 15 ottobre, si consiglia di contattare la struttura prima di pianificare la visita.
Biglietto:
Intero - euro 2,50 - adulti
Cumulativo intero - euro 5,00 - adulti, per visita a Nuraghe Nuraddeo, Necropoli di Chirisconis, Nuraghe Seneghe, Pischina e Paule e Museo Casa della Tecnologia Contadina Tiu Virgiliu.
Gruppi su prenotazione tutto l'anno tutti i giorni.
E-mail: tacs.snc@gmail.com
Sito web: https://www.tacsvt.it/siti-archeologici/nuraghe-nuraddeo
Facebook: https://www.facebook.com/parcoarcheologicosuni
Twitter: https://twitter.com/TacsSnc

Il contesto ambientale
L’area del vasto parco archeologico si estende nella Planargia, sub-regione della Sardegna nord-centro-occidentale, compresa tra la bassa valle del fiume Temo e il versante settentrionale del Montiferru.

Descrizione
Il Parco Archeologico di Suni, che ha una gestione centralizzata, comprende i siti del nuraghe Nuraddeo, tra i meglio conservati della Sardegna, del nuraghe Seneghe, di particolare interesse e grandiosità, del tipo a corridoio, e della necropoli di Chirisconis, complesso ipogeico che comprende 12 sepolture monocellulari e pluricellulari.

Servizi
Visite guidate.
La visita guidata è compresa nel prezzo del biglietto.

Consulta le pagine
Nuraghe Nuraddeo
Nuraghe Seneghe
Necropoli di Chirisconis
Museo Casa della Tecnologia Contadina ''Tiu Virgiliu''

Storia degli scavi
I monumenti del Parco archeologico sono noti fin dalla segnalazione dell'Angius nel "Dizionario" del Casalis e del Taramelli nella carta archeologica.

Bibliografia
V. Angius, in G. Casalis, Dizionario geografico storico-statistico-commerciale degli Stati di S.M. il re di Sardegna, XXIII, Torino, G. Maspero, 1850, p. 530;
Ministero della Pubblica Istruzione. Elenco edifici monumentali, XIX, Roma, Tip. operaia romana cooperativa, 1922, p. 181;
A. Taramelli, "Foglio 205, Capo Mannu; Foglio 206, Macomer", in Edizione archeologica della carta d'Italia al 100.000, Firenze, Istituto geografico militare, 1935, p. 188, n. 18;
Ch. Zervos, La civilisation de la Sardaigne: du debut de l'eneolithique a la fin de la periode nouragique: 2° millenaire, 5° siecle avant notre ere, Paris, Cahiers d'art, 1954, p. 47, fig. 18;
V. Santoni, "Nota preliminare sulla tipologia delle grotticelle artificiali funerarie in Sardegna", in Archivio storico sardo, XXX, 1976, figg. 5/40, 6/50;
V. Santoni, "Il segno del potere", in Nur: la misteriosa civiltà dei Sardi, a cura di D. Sanna, Milano, Cariplo, 1980, p. 143, fig. 133;
L. Manca Demurtas-S. Demurtas, "I protonuraghi (nuovi dati per l'Oristanese)", in The Deya conference of prehistory. Early settlement in the western mediterranean islands and their peripheral areas, II, Oxford, BAR, 1984, pp. 629-670;
A. Moravetti, "Beni archeologici", in Marghine-Planargia. Il piano di sviluppo socio-economico e il piano urbanistico comprensoriale della VIII Comunità Montana, 3, 6, 8, Cagliari, 1985, p. 50, fig. 1;
A. Moravetti, "Gli insediamenti antichi", in Montagne di Sardegna, a cura di I. Camarda, Sassari, Carlo Delfino, 1993, pp. 161-212, fig. 98;
A. Moravetti, "La Planargia dalla preistoria all'età fenicio-punica", in La Planargia, Cagliari, Edisar, 1994, p. 94 ss., fig. 100;
A. Moravetti, Ricerche archeologiche nel Marghine-Planargia, II, collana "Sardegna archeologica. Studi e monumenti", Sassari, Carlo Delfino, 1998.

Come arrivare
Arrivati a Suni, raggiungere il Museo Casa della Tecnologia Contadina Tiu Virgiliu in via Regina Margherita, sede della biglietteria.