Logo Regione Autonoma della Sardegna
I BENI CULTURALI DELLA SARDEGNA
sardegnacultura  ›  luoghi della cultura  ›  musei  ›  provincia di carbonia-iglesias  ›  carbonia, museo civico di paleontologia e...

Carbonia, Museo civico di Paleontologia e Speleologia E.A. Martell

Immagine non disponibile Immagine non disponibile
Informazioni
Indirizzo: via Campania, 61/b - 09013 Carbonia
tel. +39 0781 691006
Ente titolare: Comune di Carbonia
Gestione: RTI tra Società Cooperativa Mediterranea r.l. di Carbonia e Società Cooperativa La Memoria Storica r.l. di Cagliari
Orari: 9.00 - 13.00 e 15.00 - 19.00 (da ottobre a maggio), 9.00 - 13.00 e 16.00 - 20.00 (da giugno a settembre); lunedì (se non festivo) e 25 dicembre chiuso
Biglietto: € 3,00 (intero); € 2,00 (gruppi e persone con meno di 12 anni); € 1,00 (scolaresche).
Biglietto cumulativo con area archeologica di Monte Sirai e Museo Archeologico "Villa Sulcis" di Carbonia: € 5,50 (intero); € 3 (ridotto); € 1,50 (scolaresche). Esenzione per bambini al di sotto dei 6 anni
sito web: www.comune.carbonia.ca.it
e-mail: museomartel@tiscali.it

Il museo
Il museo, situato nel centro della cittadina, descrive e espone la ricchezza e la particolarità di un territorio in cui sono stati ritrovati molti reperti del periodo compreso fra il paleozoico e il quaternario.
Si possono osservare Archeociatidi, Calcimicrobi, Repicnia, Trilobiti, Ciclocrinites, Cistoidi, Crinoidi, Brachiopodi, Tetracoralli, Cefalopodi, Briozoi, Graptoliti, Equisetali e Felci risalenti al Paleozoico trovati nel Sulcis-Iglesiente, rarissimi Trionix sp., Perciformi, Selacei, Echinodermi, Crostacei, Gasteropodi, Bivalvi e Vegetali del Cenozoico e un'ampia varietà di taxa di notevole interesse scientifico sia per il livello di conservazione sia per la rarità integrati sia per la varietà, poiché sono esposti anche taxa non isolani, come Ambre, Cetacei o Ornitholithes sp.
Si presenta la speleologia con sussidi iconografici-didattici, rilievi topografici, carte, immagini, reperti faunistici.
Il museo si caratterizza per le modalità di divulgazione, per le attività didattiche collegate ai contenuti e per la dinamicità con la quale si rinnovano continuamente le modalità di esposizione. È stata avviata da tempo la scelta di incrementare costantemente le collezioni con ricerche effettuate direttamente dalla direzione museale e attraverso rapporti di collaborazione con diverse Università. Numerose sono le donazioni di privati ed Istituzioni. Le novità dei contenuti rendono interessante la visita periodica del museo.

Perché è importante visitarlo
Museo unico in Sardegna per la speleologia offre, con un approccio didattico, un excursus temporale attraverso le ere geologiche alla scoperta della storia evolutiva della vita sulla Terra con particolare riferimento alle vicende della Sardegna.

Servizi
Esiste un servizio di visita guidata (anche in inglese e in francese) compreso nel prezzo del biglietto. È gradita prenotazione per gruppi e scolaresche. È previsto un percorso didattico per bambini e per non vedenti. È possibile consultare la cartografia tecnica tematica e il catasto delle Grotte della Sardegna su banca dati informatizzata. È inoltre annessa la Biblioteca tematica "Ottavio Corona". Esistono barriere architettoniche. Il museo organizza (su prenotazione) escursioni guidate a siti di interesse geo-paleontologico, minerario, archeologico, naturalistico in senso lato. In collaborazione con il Gruppo Ricerche Speleologiche "E. A. Martell" di Carbonia, si organizzano visite guidate in grotte non turistiche e corsi d'introduzione alla Speleologia omologati di 1° livello.
Patrimonio culturale della Sardegna