Logo Regione Autonoma della Sardegna
I BENI CULTURALI DELLA SARDEGNA
sardegnacultura  ›  luoghi della cultura  ›  musei  ›  provincia di sassari  ›  burgos, museo dei castelli di sardegna

Burgos, Museo dei Castelli di Sardegna

Immagine non disponibile Immagine non disponibile
Informazioni
Indirizzo: vicolo Castello, 07010 Burgos; telefono: 3479018930; 079 793705 3494487275
Ente titolare: Società di gestione Goceano e sviluppo, Bono
Gestione: Cooperativa Sa Reggia a r.l. di Burgos
Orari: 8,30-13,00 e 14,00-19,00; lunedì chiuso
Biglietto: intero € 3 (visita al museo e al castello), € 2.50 (visita al castello): ridotto € 2,70 (visita al museo e al castello), € 2.20 (visita al castello); € 7 (scolaresche, con visita al museo, al castello ed escursione nel territorio del Goceano, con possibilità di pranzo tipico al prezzo di € 10); € 10 (gruppi, con visita al museo, al castello ed escursione nel territorio del Goceano, con possibilità di pranzo tipico al prezzo di € 23).
Esenzione biglietto: disabili e bambini con meno di 8 anni.
Sito internet: www.sareggia.it
e-mail: sareggia@tiscali.it
Il museo
Sono caratteristici di Burgos le stradine strette, in salita, le case in mattoni con il tetto a doppio spiovente e i vicoli di aspetto medievale del centro storico, attraverso i quali si accede alla rocca dove sorge l'omonimo castello.
Il museo è situato nel centro del paese, ospitato nelle sale di una casa padronale della fine dell'Ottocento, appartenuta ad una famiglia di possidenti locali, i Massaiu. L'edificio, restaurato e ristrutturato di recente, si articola su tre piani.
Il percorso museale è strutturato in tre ambienti tematici. Una parte ospita mostre temporanee sul tema dei castelli. Un'altra riguarda l'esposizione di carte tematiche che indicano le torri costiere di età spagnola e i punti strategici di difesa dell'isola, particolarmente esposta per via della sua particolare posizione geografica al centro delle rotte commerciali e militari mediterranee.
Una parte della struttura è, invece, interamente dedicata alla ricostruzione della vita contadina. Offre un viaggio nella memoria tra strumenti di lavoro d'altri tempi e utensili di fogge diverse che illustrano il lavoro e la fatica dell'uomo.
In una zona del museo si trova un'esposizione di foto antiche e recenti che hanno per soggetto i castelli. Chiude il percorso una sala multimediale attrezzata che permette una lettura storica dei circa cento castelli in Sardegna.
A breve distanza si trova il castello medievale di Burgos. Situato in posizione isolata, su un massiccio roccioso che lo rendeva assolutamente inespugnabile, conserva attualmente la triplice cinta muraria, i muri perimetrali e la grande torre, alta più di dieci metri.

Perché è importante visitarlo
La visita guidata permette di approfondire le conoscenze storiche sulle fortificazioni isolane, in particolare sui castelli, e sui quattro giudicati sardi.

Servizi
Esiste un servizio di visita guidata, compresa nel prezzo del biglietto, al museo e al castello. Le postazioni multimediali completano il percorso di conoscenza. È previsto un percorso didattico per scolaresche. È aperto il bookshop. Non esistono barriere architettoniche. Il museo organizza escursioni da trekking e in fuori strada, con itinerario archeologico-naturalistico a Foresta Burgos; alla foresta di tassi nei pressi di Monte Rasu, la più grande d'Europa; ai nuraghi e menhir di Benetutti; al museo naturalistico dell'Ente foreste di Monte Pisanu, comprese di pranzo tipico. Si organizzano pacchetti turistici che prevedono escursioni al nuraghe di Torralba, alla chiesa romanica di Saccargia, alle domus de janas di Sant'Andrea Priu (Bonorva) e di Ossi e alla "Casa Tiu Virgiliu" di Suni.

Area del castello di Goceano
Patrimonio culturale della Sardegna