Porto Rotondo, teatro all'aperto

Porto Rotondo, Teatro all'aperto

Come arrivare
La Costa Smeralda si stende lungo il versante E della Sardegna, a N di Olbia.

Il contesto ambientale
Porto Rotondo è fra i più importanti insediamenti del Consorzio Costa Smeralda, nato nel 1962, che ha profondamente trasformato una zona della Gallura fino allora scarsamente popolata. I diversi insediamenti furono realizzati in funzione esclusivamente turistica mediante la progettazione e la realizzazione di un sistema definito e autosufficiente ai bisogni degli ospiti.

Descrizione
Inaugurato nel 1995, il teatro ha origine da un'idea dello scultore Mario Ceroli, realizzata dagli architetti Gianfranco Fini e Marina Sotgiu.
È formato da una gradinata semicircolare in granito grezzo e da un palco in legno con un fondale fisso in muratura, aperto sulla natura con finestre ''serliane'' ad arco ed architrave: sono evidenti i richiami ai teatri antichi per la presenza di una ''frons scenae'' della tradizione romana.
Le derivazioni dalla classicità sono presenti anche nell'esterno attraverso timpani, archi, obelischi di carattere ornamentale, disegnati con il granito a contrasto con la pietra a blocchi del muro. Gli accessi e i lati del palcoscenico sono decorati con gli inconfondibili profili di Ceroli, che inquadrano anche due gruppi di colonne lineari e appena sagomate, disposti sui bordi del palcoscenico.
Il teatro, capace di 700 posti, ospita spettacoli di vario genere, più numerosi in concomitanza con altri avvenimenti sportivi o culturali della Costa Smeralda.

Galleria fotografica


Storia degli studi
Una rassegna degli studi si trova nella bibliografia relativa alla scheda nel volume della ''Storia dell'arte in Sardegna'' sull'architettura otto-novecentesca (2001).

Bibliografia
F. Masala, Architettura dall'Unità d'Italia alla fine del '900, collana ''Storia dell'arte in Sardegna'', Nuoro, Ilisso, 2001, sch. 179.