Logo Regione Autonoma della Sardegna
I BENI CULTURALI DELLA SARDEGNA
sardegnacultura  ›  luoghi della cultura  ›  musei  ›  provincia di nuoro  ›  dorgali, civico museo archeologico

Dorgali, Civico Museo Archeologico

Museo Archeologico esterno Museo Archeologico esterno
GUIDE
Informazioni
Indirizzo: via A. Lamarmora - 08022 Dorgali
tel. 338 8341618
Ente titolare: Comune di Dorgali
Gestione: Cooperativa Ghivine del Gra
Orari: 9.30 - 13.00 e 15.30 - 18.00 (da ottobre ad aprile); 9.30 - 13.00 e 16.00 - 19.00 (da maggio a settembre) - da novembre a febbraio chiuso lunedì
Biglietto: € 3,00 (intero), € 1,50 (ridotto, per persone dai 6 ai 17 anni, oltre 65 anni, gruppi scolastici); gratuito - bambini fino a 5 anni, disabili e loro accompagnatori, soci dell'ICOM, personale del MiBACT, archeologi (professionisti, docenti universitari), studenti di archeologia o beni culturali.
Biglietti cumulativi € 6,00 visita di museo archeologico, Nuraghe Mannu e Serra Orrios.
sito internet: -
e-mail: museoarcheologico@comune.dorgali.nu.it

Il museo
Il Museo è dedicato alle testimonianze archeologiche provenienti da varie località del territorio dorgalese.
Gli insediamenti più antichi, risalenti al III millennio a.C., sono rappresentati da utensili in ossidiana e selce.
Molto importanti per la storia di questo territorio sono i materiali del villaggio nuragico di Serra Orrios con i tempietti "a megaron": matrici di fusione in steatite per la forgiatura di punte di lancia in bronzo, lucerne, pintadere e vasi in terracotta. Altri siti contribuiscono a delineare il quadro di vita materiale della civiltà nuragica attraverso l'esposizione di ceramiche, monili in bronzo e in pasta vitrea, panelle di rame.
Anche le grotte del Dorgalese hanno restituito tracce di antica frequentazione umana, come testimoniano i monili d'argento, di pasta vitrea e bronzo di età fenicia, ritrovati a più di 100 metri di profondità nell'abisso delle Vergini della grotta di Ispinigoli.
Di particolare interesse sono i ritrovamenti subacquei lungo il litorale molto frequentato dalle navi romane, tra cui anfore, ancore in piombo, elementi di fasciame di nave, lingotti di piombo. Sempre all'età romana rimanda la copia del diploma bronzeo del mercenario sardo Tunila che combatté sotto le insegne dell'esercito imperiale.
L'età medioevale è anch'essa rappresentata da alcuni reperti.

Perché è importante visitarlo
Il museo offre una rappresentazione chiara della storia antica della Sardegna e in particolare del territorio di Dorgali. Il pezzo forte è la collezione di monete.

Servizi
È necessario prenotare le visite fuori orario. Esiste un servizio di visita guidata gratuita. Si distribuiscono dépliants illustrativi. È aperto un bookshop. Non esistono barriere architettoniche.






Galleria fotografica
  • Museo Dorgali - interno
  • Museo Dorgali - interno
  • Museo Dorgali - interno
  • Museo Dorgali - interno
  • Museo Dorgali - interno
  • Museo Dorgali - interno
  • Museo Dorgali - interno