Immagine non disponibile

Usini, Chiesa di San Giorgio di Oliastreto

Come arrivare
Usini si trova a 10 km circa da Sassari sulla SP 28. I ruderi della chiesa di San Giorgio di Oliastreto (o Ollastreto) sono in sito campestre a poca distanza dall'abitato.

Il contesto ambientale
Il territorio di Usini è ricco di documentazione archeologica a partire dall'età preistorica. La chiesa di San Giorgio di Oliastreto, ridotta a un rudere a cielo aperto, corrisponde al sito di un villaggio abbandonato.

Descrizione
Notizie del titolo "sancti Giorgi de Oliastreto" si rintracciano nel 1135 in relazione a una lite tra i canonici di San Gavino di Torres e i monaci di San Pietro di Nurchi. Nel 1176 la chiesa risulta parrocchiale di un villaggio successivamente abbandonato.
L'aula è mononavata, con abside semicircolare orientata a N/E. La fabbrica è realizzata in cantoni di calcare di media e grande taglia. Originariamente doveva essere coperta in legno.
Il partito compositivo della facciata, perduta a causa di crolli, si può restituire per mezzo di fotografie degli anni Settanta del secolo scorso. La superficie era rinserrata da paraste d'angolo e al centro si apriva il portale architravato con arco di scarico a sesto rialzato.
Nei terminali dei fianchi, archetti su peducci corrono per tutta la lunghezza dell'edificio, che prendeva luce da monofore strombate. L'abside è parzialmente crollata: al suo interno restano tracce di intonaco e nel semicerchio si colloca una serie di mensole senza funzione strutturale, sormontate da una cornice lavorata.

Vedi la pianta e le sezioni del monumento

Storia degli studi
Notizie su Usini e sulla chiesa di San Giorgio si leggono nelle voci "Sassari" (1849) e "Usini" (1853) di Vittorio Angius per il "Dizionario" del Casalis. Del 1974 e del 1981 sono gli articoli nei quali Aldo Sari inserì per primo la chiesa nel panorama architettonico del Romanico sardo. Più recenti sono i contributi di Gianpiero Sanna (1992) e di Roberto Coroneo (1993).

Bibliografia
V. Angius, "Sassari", in G. Casalis, Dizionario geografico storico-statistico-commerciale degli Stati di S.M. il Re di Sardegna, XIX, Torino, G. Maspero, 1849, p. 326, p. 435;
V. Angius, "Usini", in G. Casalis, Dizionario geografico storico-statistico-commerciale degli Stati di S.M. il Re di Sardegna, XXIII, Torino, G. Maspero, 1853, p. 326, p. 435;
A. Sari, "Un monumento medioevale inedito nel Sassarese (San Giorgio di Usini)", in Studi Sardi, XXIII, 1973-74, parte I, pp. 229-237;
A. Sari, "Nuove testimonianze architettoniche per la conoscenza del Medioevo in Sardegna", in Archivio Storico Sardo, XXXII, 1981, pp. 72-78;
G. Sanna, Usini, Ricostruzione storico-descrittiva di un villaggio del Logudoro, Ozieri, 1992, p. 93, pp. 117-121, p. 126;
R. Coroneo, Architettura romanica dalla metà del Mille al primo '300, collana "Storia dell'arte in Sardegna", Nuoro, Ilisso, 1993, sch. 85;
R. Coroneo, Chiese romaniche della Sardegna. Itinerari turistico-culturali, Cagliari, AV, 2005, p. 27.