Logo Regione Autonoma della Sardegna
I BENI CULTURALI DELLA SARDEGNA
sardegnacultura  ›  grandi eventi  ›  carnevale  ›  samugheo

Il Carnevale di Samugheo

Un momento del carnevale di Samugheo
"Karrasegare Samughesu"
Un ritorno agli antichi riti pagani attraverso le figure dei Mamutzones, de s'Urtzu, de su 'Omadore e de su Traga Cortgius. Maschere che danzano simulando il combattimento delle capre in amore.
Un momento del carnevale di Samugheo
Il carnevale
I protagonisti principali del carnevale di Samugheo sono: Su Mamutzone, maschera muta col volto annerito dal sughero bruciato che, sopra un abito di fustagno nero, indossa una casacca di pelli di capra senza maniche, con una cintura da cui pendono diverse file di sonagli ("campaneddas e trinitos"); s'Urtzu, la vittima della rappresentazione, indossa un completo di pelle di caprone nero, pelli di capretto sul petto ed un unico pesante campanaccio come la capra che guida del gregge; s'Omadore, il pastore, con un lungo pastrano nero e il viso coperto di fuliggine, tiene "sa soga" (la fune), un bastone, una zucca contenente vino e il pungolo; su Traga Cortgius, personaggio che trasporta pelli bovine secche e rappresenta un presagio di morte.
Galleria fotografica
  • La vestizione del Mamutzone
  • La maschera di s'Urtzu
  • La sfilata dei Mamutzones
  • Il corteo dei Mamutzones
  • Le maschere di s'Omadore e s'Urtzu
Storia dell'evento
Il carnevale di Samugheo affonda le sue origini nella cultura agropastorale e conserva parecchi elementi del culto di Dioniso rappresentato da s'Urtzu che ne inscena la passione e la morte. Ai riti dionisiaci si può ricondurre anche il comportamento dei Mamutzones che saltano invasati intorno a s'Urtzu.
La sacralità dei Mamutzones è testimoniata dalla cantilena da questi tradizionalmente recitata mentre inseguono i bambini del paese: "S'Ocru mannu piludu non timet a nissunu, solu du Deus mannu, s'Ocru mannu corrudu..." (L'Orco grande peloso non teme nessuno, solo il grande Iddio, l'Orco grande cornuto...).
Contatti
Comune di Samugheo
piazza Stefano Sedda
tel. 0783 64023
sito internet: www.comune.samugheo.or.it

Gruppo Etnico Culturale "Mamutzones de Samugheo"
via Chiesa 14, Samugheo
tel. 328 8789596
sito internet: www.mamutzones.it
Patrimonio culturale della Sardegna